Redditometro al via, tutto quello che c'è da sapere
Redditometro al via, tutto quello che c'è da sapere
Economia

Redditometro al via, tutto quello che c'è da sapere

Da oggi entra in funzione il software dell'Agenzia delle Entrate che dovrebbe stanare gli evasori fiscali: come funziona, come difendersi, le novità

Da questa mattina il cervellone del nuovo redditometro è in funzione. A quest'ora il software dell'Agenzia delle Entrate avrà già incrociato milioni di dati relativi ai redditi del 2009 dichiarati nel 2010, evidenziato magari già le prime discrepanze con le spese realizzate e messo in evidenza i primi profili di cittadini italiani da controllare perché la differenza tra dichiarazioni e spese supera il 20%.

Ci siamo quindi. Nulla da temere per chi è in regola con il fisco. Per chi invece ha qualcosa da nascondere, attenzione. Il nuovo redditometro punta a ottenere risultati migliori rispetto al precedente (in vigore fino a ieri) che in realtà ha permesso di recuperare solo 30 milioni di euro nel 2012.

Ma ecco quello che c'è da sapere sul nuovo strumento anti-evasione.

- COME FUNZIONA

- LE CINQUE REGOLE PRINCIPALI

- I CINQUE CONSIGLI PER PROTEGGERSI

- CHI SI SALVA DAL REDDITOMETRO

- GLI SCONTRINI DA BUTTARE E QUELLI DA CONSERVARE

- LA DIFFERENZA CON IL REDDITEST

Ti potrebbe piacere anche

I più letti