Pensioni, chi avrà un aumento (forse) nel 2017
ETTORE FERRARI/ANSA
Pensioni, chi avrà un aumento (forse) nel 2017
Economia

Pensioni, chi avrà un aumento (forse) nel 2017

Quattordicesime estese e meno tasse. Ecco chi i può sperare il prossimo anno di avere dall'Inps qualcosa in più (tra 20 e 40 euro al mese)

Quattordicesima più alta per i pensionati che guadagnano meno. E' una delle tante misure che probabilmente verrà inserita nella prossima mini-riforma previdenziale che il governo sta per approvare con la Legge di Stabilità 2017 (la manovra economica per l'anno venturo). Inoltre, sempre sulle pensioni, verrà estesa la no tax area, cioè la soglia di reddito al di sotto della quale non si pagano le tasse, cioè l'irpef. Messe tutte assieme, queste misure faranno crescere in media di qualche decina di euro al mese (tra 20 e 40 euro) gli assegni più bassi. Ma ecco, di seguito, una panoramica sulle categorie di pensionati che avranno gli aumenti.

Quattordicesima estesa

Dal 2017, verrà data a 1 milione di persone in più la quattordicesima di pensione, cioè un assegno supplementare che viene pagato a luglio. Oggi ne beneficiano già i pensionati con più di 64 anni che prendono meno di 7.500 euro annuali lordi. Dal 2017, la soglia per avere l'assegno salirà 12-13mila euro all'anno (mille euro lordi al mese). Non va dimenticato, però, che i limiti di reddito per avere l'indennità si riferiscono a quasi tutte le entrate complessive del pensionato e non soltanto quelle pensionistiche. Sono dunque inclusi nel calcolo i redditi da capitale e le rendite di affitto o derivanti dal possesso di terreni e fabbricati, purché non si tratti dell'abitazione principale. Chi ha altre entrate oltre alla pensione, rimane in gran parte escluso. L'importo della quattordicesima varia tra 336 e 504 euro una tantum (in media tra 30 e 40 euro al mese) a seconda degli anni di contributi che il pensionato ha alle spalle.

Leggi anche: pensioni 2017, cosa cambia

Assegno doppio

Secondo gli annunci fatti nelle scrse settimane dal premier Renzi,chi già oggi prende la quattordicesima e riceve dall'Inps una pensione ordinaria sotto i 750 euro al mese, percepirà nel 2017 una quqttordicesima più alta di quest'anno, compresa probabilmente tra 435 e 660 euro circa una tantum. Ovviamente, per avere la doppia quattordicesima occorre rispettare anche i requisiti di età, cioè avere più di 64 anni.

Meno tasse e 20 euro al mese

Dal prossimo anno sarà innalzata la no tax area, cioè la soglia di reddito al di sotto della quale i pensionati non pagano tasse Oggi, il tetto è fissato a 8mila euro per chi ha più di 75 anni e a 7.750 euro euro per gli under 75. Dal 2017, la no tax area dovrebbe essere equiparata a quella dei dipendenti, fissata a 8.125 euro annui di reddito. Gli effetti saranno un aumento di circa 20 euro al mese per un pensionato con meno di 75 anni che oggi guadagna meno di 600 euro mensili.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti