Non solo Del Vecchio, i regali d'oro dei tycoon
Getty Images/Getty Images
Non solo Del Vecchio, i regali d'oro dei tycoon
Economia

Non solo Del Vecchio, i regali d'oro dei tycoon

Oltre le azioni, c'è chi dona vacanze, automobili, appartamenti e gioielli

Leonardo Del Vecchio

Oggi è il compleanno di Leonardo Del Vecchio, il patron di Luxottica, il colosso degli occhiali. Ebbene, per festeggiare un traguardo importante come quello degli 80 anni, l'imprenditore milnese ha deciso di regalare 140 mila azioni Luxottica ai suoi 8mila dipendenti, un dono stimato in circa 9 milioni di euro. Anche nel 2011 Del Vecchio aveva distribuito azioni agli impiegati, questa volta per festeggiare i 50 anni dell'azienda, ma per quanto strano possa sembrare l'imprenditore lombardo non è l'unico cui piace fare regali importanti allo staff. 

Richard Branson

A fine 2014 Richard Branson, il fondatore della compagnia aerea low cost Virgin, ha offerto vacanze illimitate ai 170 dipendenti della sede centrale della compagnia, in Inghilterra. Il punto è questo: dopo aver introdotto maggiore flessibilità sul lavoro, è difficile calcolare quante ore i vari impiegati lavorano da casa o in ufficio. Quindi tanto vale premiarli lasciandoli liberi di decidere anche come, quando e per quanto tempo andare in vacanza. A patto che dimostrino di essere in grado di fare scelte responsabili. 

Brunello Cucinelli

A fine 2012 anche Brunello Cucinelli, per festeggiare gli ottimi risultati registrati dal marchio, decise di dividere l'utile con lo staff, distribuendo quindi circa cinque milioni di euro tra i suoi oltre 700 dipendenti.  

Diego Della Valle

Sempre nel 2012, Diego della Valle, annunciò ai 2mila dipendenti di Tod's che avrebbero ricevuto tre regali speciali: un bonus corrispondente a 1.400 euro lordi in più in busta, un'ssicurazione sanitaria per cure specialistiche, e la copertura dei costi per l'acquisto dei libri scolastici per i figli. Il motivo? Premiarli per i risultati ottenuti e offrire loro una vita più sicura e serena. 

Savji Dholakia

In India, nel 2014 Savji Dholakia, Ceo di Hari Krishna Exports, ha deciso di premiare i 1200 migliori dipendenti (su un totale di 6mila) con gioielli, Fiat Punto e bilocali. Appartamenti a chi non ne aveva, automobili a chi una casa l'aveva già, e gioielli a chi aveva già tutto. 

Li Jinyuan

In Cina, invece, i dipendenti non vengono premiati non con i bonus ma con le vacanze. A maggio Li Jinyuan, il fondatore di Tiens, colosso che si occupa di e-commerce, turismo e biotecnologie, ha festeggiato il ventesimo anniversario dell'azienda portado i suoi 6400 dipendenti a Parigi, Nizza, Montecarlo e Cannes. Spendendo in tutto 24 milioni di dollari. 

Li Huisen

Un paio di giorni dopo, un altro tycoon cinese, Li Huisen, ha fatto più o meno la stessa cosa. Dovendo però spostare i 12700 dipendenti di Infinitus, azienda che si occupa di prodotti biomedicali, Huisen ha scelto la più vicina Thailandia, dove tutto lo staff ha potuto approfittare di una vacanza durata un'intera settimana. 

Altri tipi di bonus

Non mancano poi le compagnie che offrono bonus in maniera più regolare, ma invece di concederli a tutti i dipendenti estraggono a sorte i fortunati. Freeborn è un ufficio legale americano famoso per i suoi "party con la valigia". Come funzionano? I dipendenti si presentano alla serata con una valigia pronta per partire, e chi avrà la fortuna di essere estratto/a verrà accompagnato direttamente in aeroporto per partire per la sua vacanza. 

InDemand Interpreting, invece, gli interpreti più bravi sono soliti ricevere un "box lunch". Attenzione però, non si tratta di un semlice pranzo, ma di un pasto dove il fortunato potrà recarsi guidando la Porsche del suo capo, che in questo modo punta a convincere i suoi dipendenti di quanto un rapporto di profonda stima e fiducia reciproca sia importante per migliorare le prestazioni di tutti e, di conseguenza, il livello dei servizi offerti. 

I vantaggi per i dipendenti

HZDG è una compagnia americana che si occupa di pubblicità. Per rendere i suoi dipendenti ancora più creativi, ha deciso di offrire loro della pause con personal trainer. L'essere in forma, infatti, oltre a renderli più rilassati dovrebbe anche contrribuire a far affiorare nuove idee.

Bonus speciali non mancano nemmeno tra i colossi delle nuove tecnologie come Google e Yahoo!. Nel primo caso, si è deciso di puntare su pasti gratuiti, ma anche cambi d'olio e lavaggi per le auto, yoga e massaggi, asili aziendali e rimborsi per le spese scolastiche dei figli. Nel secondo sullo sport, ma anche sulla socialità, con concerti e barbecue gratuiti per i dipendeti.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti