Irpef, ecco cosa cambia con il Def
Imagoeconomica
Irpef, ecco cosa cambia con il Def
Economia

Irpef, ecco cosa cambia con il Def

Con il taglio dell’imposta, i lavoratori che guadagnano fino a 1.500 euro netti al mese otterranno un aumento in busta paga di 80 euro netti - Banche tassate  - Come funziona il Def

Tutto confermato, tutto come da pronostico. Il governo nel proprio Def, il Documento di economia e finanza ha reso ufficiale l’aumento in busta paga di 80 euro netti al mese per tutti i lavoratori dipendenti che guadagnano attualmente fino a 1.500 euro netti al mese, il tutto grazie ad un alleggerimento del peso dell’Irpef. Tecnicamente non si può parlare ancora di misura operativa,visto che come noto il Def rappresenta una sorta di documento di indirizzo delle politiche economiche dell’esecutivo. Per certificare l’effettivo aumento dei salari bisognerà attendere il prossimo18 aprile quando con un decreto la misura diventerà esecutiva.

IRPEF E AUMENTO DEI SALARI, COSA C'E' DA SAPERE

In ogni caso, nel Def è stato chiarito quel che più conta ai fini del bonus in busta paga e che tante polemiche aveva suscitato: ci riferiamo al tema delle coperture finanziarie dell’iniziativa. Ebbene, è stato lo stesso premier Matteo Renzi a confermare che per questo 2014 saranno necessari fondi per circa 6,6 miliardi che sono stati tutti effettivamente reperiti. In gran parte dovranno arrivare dalla spending review che dovrebbe generare nel 2014 un gettito pari a circa 4,5 miliardi di euro (che potrebbero diventare anche sei nelle previsioni più rosee).

COSA CAMBIA PER I LAVORATORI

A questo si aggiungerebbe poi un aumento del gettito Iva,dovuto soprattutto allo sblocco dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni alle aziende private. Infine risorse ulteriori dovrebbero giungere anche dall’aumento della tassazione delle quote detenute dagli istituti di credito in Bankitalia: si tratta tra l’altro di una delle sorprese più rilevanti di tutto il Def e dovrebbe produrre un gettito pari a circa 1 miliardo di euro. A questo punto ogni particolare sembra al proprio posto e per i lavoratori dipendenti non resta che attendere il 27 maggio per verificrre l’effettivo taglio dell’Irpef in busta paga.

IRPEF, ECCO CHI CI GUADAGNERA'

QUANTO VALE L'IRPEF PER LO STATO

Ti potrebbe piacere anche

I più letti