I 10 account Twitter per capire la finanza nel 2015
Getty
I 10 account Twitter per capire la finanza nel 2015
Economia

I 10 account Twitter per capire la finanza nel 2015

Per orientarsi nel mondo finanziario senza bussole, ci vuole un supporto adeguato. Cosa farà la Bce? E la Federal Reserve? E gli Emergenti? La nostra guida

Come orientarsi nel mondo finanziario tramite Twitter

La crisi non è ancora finita, ma per capire come si evolverà ci vuole pazienza, buona volontà e un account Twitter. Infatti, il social network da 140 caratteri continua a dare la possibilità di essere informati su tutti i movimenti che contano nell’economia globale. Che si tratti dell’eurozona o degli Stati Uniti d’America, poco importa. Ci sono account capaci di analizzare il mondo finanziario nel modo più dettagliato possibile. E questo gli investitori lo sanno. Del resto, non è un caso che un colosso dell’informazione come Bloomberg abbia deciso da tempo di inserire all’interno dei propri terminali specializzati alcuni dei migliori account Twitter per la finanza. Panorama ha fatto lo stesso e ha selezionato per voi i dieci account finanziari cruciali per navigare nel 2015. O, per dirla nel gergo di Twitter, i nostri “Must follow”. 

Joe Weisenthal (@TheStalwart)

Lui è l’uomo che non dorme mai. Dopo aver fatto grande Business Insider, è recentemente andato a Bloomberg, dove si sta occupando del rinnovamento della più celebre agenzia di stampa finanziaria. Dorme dalle 3 alle 4 ore per notte, saziandosi di cibo cinese, grafici sul cross euro/dollaro e breaking news. Se state cercando il cuore pulsante della finanza su Twitter, Joe è la persona giusta. Insostituibile.

Peter Spiegel (@SpiegelPeter)

Tutto ciò che succede a Bruxelles passa per le sue orecchie, i suoi occhi e infine le sue dita. Peter è a capo della redazione del Financial Times nella capitale europea e, nonostante il clima di Bruxelles non sia certo piacevole, nei suoi tweet riesce sempre a trovare la giusta dose di ironia. Anche alle 4 del mattino, dopo l’ultimo Consiglio europeo. Sono celebri i suoi leak dei documenti Ue. Sovrastante.

Sara Eisen (@SaraEisen)

Wall Street è ai massimi di sempre? Apple ha superato quota 700 dollari per azione? Sara è la ragazza che lo twitterà prima degli altri. Ogni mattina dà il buongiorno agli investitori internazionali su Squawk Street, uno dei programmi di punta di CNBC. Sebbene giovanissima, ha un passato a Bloomberg, dove si è fatta conoscere per acume, rapidità d’azione e competenze specifiche. American beauty.

Chiara Albanese (@chiaraalbanese)

Il mercato valutario è il suo universo, così come l’acqua e il gelato. Chiara è una reporter del Wall Street Journal che si divide fra il crollo del rublo (o del rand sudafricano), le acque gelate della Manica (che ha attraversato) e i gelati (anche d’inverno). Il tutto con una buona carica di simpatia e creatività tipicamente italiana. Se vi interessano le valute più bizzarre, è lei che dovete seguire. Globale. 

Frederik Ducrozet (@fwred)

Se la Banca centrale europea (Bce) lancerà il suo Quantitative easing (Qe) come hanno fatto gli USA, Frederik lo saprà prima degli altri. Economista francese del Crédit Agricole, Ducrozet è diventato celebre per aver predetto quasi tutte le ultime decisioni dell’Eurotower. Ogni settimana pubblica le sue note sul proprio account ed è uno dei più veloci a creare dibattiti lunghi anche giorni. Noblesse oblige. 

Pedro da Costa (@pdacosta)

Cosa farà la Federal Reserve nei prossimi mesi? Riuscirà a bilanciare l’uscita dal Qe, evitando di urtare l’economia globale? Per rispondere a questa domanda c’è Pedro, l’uomo del WSJ che osserva i movimenti della maggiore banca centrale mondiale, cercando di carpirne ogni particolare. E dato che l’economia statunitense sembra più florida che mai, vale la pena seguirlo per capire le mosse della Fed. Istituzionale.

Lema Sabachthani (@lemasabachthani)

Di lui (o lei, ndr) non si conosce quasi nulla. Nemmeno il volto. Si sa che parla anche italiano e che dice di essere a Milano, ma è come uno spettro. Ha iniziato a twittare con lo scoppio della crisi e, quando qualcuno lo taccia di essere troppo pessimista, non risponde. Per lui rispondono i fatti che riporta. Se accade qualcosa di rilevante nel mondo finanziario, lui lo sa e lo twitta. Il tutto con una vena tanto realistica che risulta quasi sarcastica. Disilluso.

Ferdinando Giugliano (@ferdigiugliano)

Napoletano (e napolista) verace trapiantato a Londra, Ferdinando è l’uomo del Financial Times per l’economia globale. Nelle sue pillole video è capace di spiegare in 90 secondi le ultime scelte di politica monetaria della Bce, o i motivi per cui l’economia russa sta soffrendo. Non twitta moltissimo, ma ogni suo tweet è capace di essere lo spunto per una riflessione. In pratica, l’enfant prodige del giornalismo finanziario.

Bruegel (@bruegel_org)

È il think tank principe di Bruxelles, nonché uno dei più importanti al mondo. Le sue analisi sono citate nei più prestigiosi quotidiani internazionali ed è una fonte primaria di informazioni per capire come si sta evolvendo l’economia globale, orfana dei BRICS e con squilibri sempre maggiori. Che si tratti di Russia, di eurozona o di Federal Reserve, Bruegel è capace di dare una risposta sensata e mai urlata. Equilibrato. 

BBVA Research (@BBVAResearch)

È l’account ufficiale del Banco Bilbao Vizcaya Argentaria, una delle principali banche spagnole. Ogni giorno pubblica report che sono il frutto della sua divisione di ricerca, che spazia su tutto lo spettro dell’universo finanziario conosciuto. Uno dei suoi punti di forza è l’analisi della regolamentazione finanziaria esistente e futura. Se volete capire come si evolveranno gli strumenti il cui utilizzo distorto ha contribuito a generare l’attuale crisi, sono gli uomini da seguire. Precisi. 

Ti potrebbe piacere anche

I più letti