Lotteria anti-evasione fiscale in Portogallo
Giuseppe Giglia/Ansa
Lotteria anti-evasione fiscale in Portogallo
Economia

Lotteria anti-evasione fiscale in Portogallo

Il governo di Lisbona lancia un concorso a premi, in cui gli scontrini consentiranno di partecipare all'estrazione di un'auto di lusso. Obiettivo: far pagare tutte le tasse

Lo scontrino fiscale come biglietto e circa 60 automobili di lusso in palio ogni anno. Funziona così la nuova lotteria lanciata in Portogallo contro l'evasione fiscale. Si chiama Factura da Sorte ed è un concorso a premi ideato dal governo di Lisbona per spingere i cittadini lusitani a chiedere sempre la fattura o la ricevuta ai negozianti, ogni volta che acquistano un bene di consumo. L'obiettivo è ovviamente combattere l'infedeltà verso il fisco che anche in Portogallo, come in Italia, ha dimensioni da capogiro, attorno al 25% del pil.

EVASIONE ALL'ESTERO: COM'E' DIFFICILE COMBATTERLA

Proprio per questa ragione, il segretario di stato portoghese per gli affari tributari, Paulo Núncio, ha estratto dal cilindro un'idea apparentemente originale: indire una lotteria che (a partire dal mese di aprile) metterà in palio ogni settimana un' automobile di altissima gamma, del valore di circa 90mila euro. Il marchio della vettura rimane al momento sconosciuto, poiché verrà probabilmente indetta un'apposita gara, per selezionare i fornitori.

A ben guardare, il progetto del governo di Lisbona non è proprio una novità. Lotterie simili sono state infatti già sperimentate in America Latina, in Colombia, in Argentina e a Porto Rico e persino in Asia, a Taiwan e in Cina. In Europa, invece, un concorso analogo è già stato ideato in Slovacchia nel 2013. Il modello preso a riferimento dai portoghesi, però, è quello sperimentato dai loro “cugini” dello stato brasiliano di San Paolo. Anche nella regione carioca, infatti, è stata lanciata lotteria in cui gli scontrini e le ricevute fiscali possono essere convertite in un biglietto, per partecipare a un concorso con premi in denaro sonante, al posto dei bolidi da strada messi in palio in Portogallo.

Le auto in concorso a Lisbona saranno in totale di 52 all'anno, cioè una a settimana, a cui se ne aggiungeranno al massimo altre 8, nel caso di qualche estrazione straordinaria. Potrà aggiudicarsi la fuoriserie anche chi ha delle gravi pendenze col fisco, nella speranza che poi gli esattori governativi non gli portino via il montepremi, attraverso qualche riscossione forzata. Annunciata con grande enfasi sulla stampa, la lotteria Factura da Sorte debutterà però con uno strascico di polemiche al seguito. L'associazione degli albergatori portoghesi, per esempio, sostiene che il concorso provocherà una perdita di 130 milioni di ore di produttività del lavoro già nel corso del 2014. Oltre a emettere la fattura con le proprie generalità, infatti, tutti gli esercizi commerciali dovranno registrare pure i codici fiscali del cliente, affrontando così nuovi adempimenti burocratici. Con l'arrivo della lotteria anti-evasione, insomma, non sono mancate le proteste degli operatori economici. Chissà cosa accadrebbe in Italia, se anche da noi venisse lanciato un concorso simile.

2014, TUTTE LE IMPOSTE A CARICO DELLE AZIENDE

LA SANATORIA DI LETTA

Ti potrebbe piacere anche

I più letti