Eridania e Cantine Foraci insieme per il dolcificante del futuro
Eridania e Cantine Foraci insieme per il dolcificante del futuro
Economia

Eridania e Cantine Foraci insieme per il dolcificante del futuro

La big dello zucchero e la piccola ma innovativa azienda di Mazara del Vallo hanno da poco inaugurato un impianto che non ha eguali al mondo. E in cui producono il primo fruttosio cristallino

"Il dolcificante che ci accingiamo a mettere in commercio è unico nel suo genere e offrirà alla produzione di uva nuovi importanti sbocchi di mercato contribuendo al rilancio delle imprese vitivinicole dell'isola" esordisce Pietro Foraci, presidente di Cantine Foraci, azienda siciliana che insieme a Eridania Sadam ha appena inaugurato a Mazara del Vallo un impianto che non ha eguali al mondo.

Parole, le sue, che in una regione come la Sicilia, duramente colpita dal difficile momento che sta attraversando il comparto agricolo, per giunta sull'orlo del default, hanno il sapore dolce dello zucchero. Ma non uno zucchero qualsiasi. A partire dal prossimo mese dallo stabilimento in provincia di Trapani uscirà il primo fruttosio cristallino prodotto dalla frutta anziché dai cereali come avviene di solito.

L'impianto è costato 16 milioni di euro e si prevede che sfornerà circa 9 mila tonnellate all'anno di zuccheri cristallini. A realizzarlo è stata la newco Naturalia Ingredients nata dalla joint venture tra Eridania Sadam, sub holding del comparto alimentare e agroindustriale del gruppo Maccaferri di Bologna, e Cantine Foraci , impresa specializzata nella produzione di vini, mosti e succhi derivati dall’uva esportati in tutto il mondo, il cui fatturato si aggira intorno agli 8 milioni di euro.

Poca cosa rispetto a quello del celebre gruppo emiliano, pari a oltre 1,3 miliardi. Eppure, in questa circostanza, le due realtà imprenditoriali, agli antipodi per dimensioni, sembrano fare l'una al caso dell'altra. Anche perché il colosso dei dolcificanti ha intrapreso un processo di diversificazione e mira a inserire nel proprio portfolio nuovi tipi di zucchero. "Abbiamo individuato una nuova metodologia in grado di garantire una maggiore purezza del prodotto oltre a impattare positivamente sul piano della logistica assicurando notevoli benefici in termini di sostenibilità" spiega Foraci "tuttavia affinché il progetto andasse in porto era necessario unire alla nostra conoscenza del territorio le competenze di chi opera con successo sul mercato internazionale".

Ma anche il know-how tecnico e impiantistico di Eridania Sadam, maturato attraverso la controllata Sadam Engineering, ha avuto il suo peso. Adesso che l'impianto è entrato in funzione l'obbiettivo di Naturalia Ingredients, che punta a registrare un fatturato da 35 milioni di euro, è di diventare leader nella produzione e commercializzazione di zuccheri naturali provenienti dalla lavorazione dell’uva.

Zuccheri da destinare all'industria alimentare, ma anche al settore della cosmesi e della farmaceutica. Di più: lo scopo dell'operazione è anche quello di dare una scossa all'economia siciliana creando una nuova filiera integrata che coinvolga i produttori viticoli in relazioni commerciali di lungo periodo, attraverso la stipula di contratti pluriennali che assicurino un prezzo minimo garantito e un’integrazione sulla scorta dei prezzi medi di mercato del mosto.

In questo modo si tenterà attraverso la produzione di zucchero d'uva di scongiurare l’espianto dei vigneti e l’abbandono delle campagne, assicurando nel contempo nuove prospettive di sviluppo al comparto agricolo.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti