Destinazione Italia, gli 8 punti principali del decreto
ALESSANDRO PARIS / Imagoeconomica
Destinazione Italia, gli 8 punti principali del decreto
Economia

Destinazione Italia, gli 8 punti principali del decreto

Sconti per la bolletta elettrica delle imprese, detrazioni per l'acquisto di libri, mini-bond per le imprese, sconti sull'Rc auto...

La notizia che farà più parlare di sé è di certo quella relativa alla bolletta energetica delle imprese per le quali il decreto approvato oggi dal Consiglio dei Ministri, tra le altre norme, prevede un taglio pari a 850 milioni di euro: 700 milioni vengono dal prolungamento per altri sette anni degli incentivi per i produttori di energia rinnovabile, altri 150 per la quota di energia ritirata dal Gestore dei servizi energetici.

Leggi qui la scandalosa bolletta elettrica delle aziende italiane

Ma non c'è solo questo nel decreto approvato oggi. Ecco le altre nove decisioni prese di cui presto saranno meglio compresi i dettagli:

- I Mini bond: arrivano i mini-bond per le piccole e medie imprese che vogliono finanziarsi sul mercato. Le aziende, in teoria, invece di finanziarsi sul mercato presso le banche potranno emettere dei titoli in modo semplificato e defiscalizzato. E in più: per contrastare le crisi industriali, anche fuori dalle aree di crisi complessa, e favorire autoimprenditorialità e piccole imprese, soprattutto di giovani e donne, si semplificano e razionalizzano le agevolazioni della Legge 185, concentrandole nel mutuo agevolato a tasso zero e eliminando la parte di contributo a fondo perduto, consentendo di attivare 300 mln di nuovi investimenti e 3000 nuovi occupati.

- Rc Auto: si riducono le tariffe. Gli sconti saranno tra il 4% e il 10% che sarà automatico al verificarsi di una serie di situazioni e condizioni. Tra queste, anche l'inserimento nell'autovettura della scatola nera.

- Digitalizzazione delle imprese: previsto un contributo diretto di 10mila euro per coloro che acquistano prodotti informatici. E un'agevolazione fiscale fino al 65% per le connessioni digitali delle pmi.

- Recupero aree industriali: previste misure di agevolazione per il recupero delle aree compromesse da impianti industriali e destinate ad attività verde.

- Credito d'imposta per acquisto di libri: è stato stanziato un plafond di 50 milioni di euro per le detrazioni fiscali del 19% sulla spesa di libri con un tetto massimo di 2 mila euro l'anno: mille euro per i testi scolastici e universitari e mille euro per tutte le altre pubblicazioni. 

- Ricerca e sviluppo: in arrivo un credito al 50% per i nuovi investimenti in ricerca e sviluppo con una dotazione di 200 milioni di euro.

- E ancora: prevista la razionalizzazione della rete dei distributori di carburanti sia per la chiusura sia per la riconversione verso il metano o verso gli impianti per ricaricare le batterie elettriche e modifiche sulla quantità di gas che dobbiamo stoccare.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti