Conti deposito, come ottenere fino al 2,5% (lordo)
Imagoconomica
Conti deposito, come ottenere fino al 2,5% (lordo)
Economia

Conti deposito, come ottenere fino al 2,5% (lordo)

I prodotti di liquidità sono penalizzati dalle imposte e avari di rendimenti. Ma gli interessi superano comunque quelli dei titoli di stato

Sono tartassati dal fisco e sempre più avari nei rendimenti. Tuttavia, i conti di deposito offerti da alcune banche italiane danno ancora una quota di interessi ben più corposa di quella offerta dai titoli di stato. Mentre i rendimenti dei Bot sono sotto zero e quelli del Btp a 10 anni viaggiano attorno all'1,2-1,3% netto, con i conti di deposito si può arrivare persino al 2,5% lordo su base annua, che scende però all'1,65% una volta sottratte tutte le tasse.


Buoni fruttiferi postali, l'alternativa al Bot sotto zero


Per ottenere una quota di interessi così “elevata”, bisogna aderire però alle promozioni che alcune banche riservano ai nuovi clienti. Inoltre, occorre sottoscrivere un prodotto vincolato, cioè un deposito che obbliga i risparmiatori a tenere ferme le giacenze per un periodo di tempo minimo, solitamente compreso tra 3 e 12 mesi. Per trovare i conti attualmente più redditizi sul mercato, conviene aiutarsi con i preventivatori online come Facile.it o Segugio.it, due siti web che permettono di confrontare su internet le condizioni dei più comuni prodotti bancari e assicurativi venduti in Italia, dai prestiti alle polizze fino appunto ai depositi di liquidità.


Banche, quali sono le più solide


Sia Facile.it che Segugio.it, segnalano in questo momento come offerta più conveniente quella che arriva da Widiba, banca online del gruppo Monte dei Paschi di Siena. Si tratta di un conto corrente abbinato a un conto deposito che remunera la liquidità a tassi superiori quelli di mercato. A chi apre un nuovo conto presso Widiba prima del 23 dicembre, chiudendo contemporaneamente quello sottoscritto presso un altra banca, viene offerto un rendimento del 2,5% lordo annuo, che scende però all'1,65% al netto di tutte le tasse, compresa l'imposta di bollo pari allo 0,2% dell'intera somma investita. Per ottenere un tale livello di interessi, inoltre, bisogna tenere vincolata la liquidità per 12 mesi. Chi apre un nuovo conto presso Widiba senza chiuderne uno vecchio, invece, ottiene un rendimento del 2% lordo annuo, che corrisponde all'1,28% al netto delle tasse.


Conti correnti, cosa cambia per le spese


Tra i migliori depositi offerti in questo momento dalle banche italiane, i preventivatori online segnalano inoltre il conto corrente di Banca Dinamica (2% lordo e 1,48% netto per i nuovi clienti) che non impone vincoli temporali sulle sulle giacenze. Seguono a distanza il Conto Facto di Banca Farmafactoring (1,55% lordo annuo e 1,15% netto), il Conto deposito di Findomestic e Rendimanx di Banca Ifis (entrambi con l'1,5% lordo annuo, corrispondente all'1,11% al netto di tutte le tasse). Tirando le somme, chi investe nei conti deposito una cifra di 100mila euro, in un anno può portare a casa una quantità di interessi compresa tra 1.100 e 1.650 euro. E' un po' poco, ma è sempre meglio dei rendimenti sotto zero dei Bot.


Ti potrebbe piacere anche

I più letti