Bilderberg, incontro a Londra tra solite presenze e assenze importanti
Bilderberg, incontro a Londra tra solite presenze e assenze importanti
Economia

Bilderberg, incontro a Londra tra solite presenze e assenze importanti

Sette i banchieri fissi alle riunioni del circolo più esclusivo del mondo. Ma in molti (importanti) danno forfait

Tornano a riunirsi oggi, 6 giugno, a Londra e staranno insieme fino a domenica. Per molti sono loro i padroni del mondo che muovono, nel segreto assoluto delle stanze del loro club, forze, poteri e Governi. Almeno questo sostengono le teorie cospirative sul Bilderberg , il club internazionale più esclusivo, crocevia di poteri forti, politici, finanziari e di opinione. A Watford, un sobborgo della City, ci saranno 138 ospiti provenienti da 21 Paesi al mondo. Tra questi compaiono anche sette italiani Franco Bernabè (presidente esecutivo di Telecom Italia), Lilli Gruber; l'ex premier Mario Monti ; Enrico Tommaso Cucchiani  (a.d. Intesa San paolo); Gianfelice Rocca (presidente di Techint); Alberto Nagel (a.d. di Mediobanca) e l’accademico Emanuele Ottolenghi.

L’attività del Bilderberg è da sempre avvolta, per la gran parte, nel misteri. E il tutto concorre a sostenere teorie e a creare leggende. Come la particolare e costante partecipazione, evidenziata da Business Insider, di alcuni dei banchieri più influenti al mondo alle riunioni negli ultimi cinque anni. E come, ancor di più, l'assenza spiccata di molti nomi della finanza che conta al prossimo appuntamento londinese. Ma andiamo con ordine. Sono in sette a non mancare mai.

1. Josef Ackermann, ex amministratore delegato di Deutsche Bank (fino al maggio del 2012) e oggi a capo di Zurich Insurance. Non avrebbe mancato a un appuntamento del club dal 2008 ad oggi.  
2. Marcus Agius, ex-presidente di Barclays dimessosi dopo lo scandalo Libor, ha partecipato a tutte le riunioni del Bilderberg tra il 2008 e il 2012 ed è membro del comitato direttivo. Pur essendo ufficialmente in pensione Agius sarà a Londra. Invece David Walker, nuovo presidente di Barclays non ci sarà (mentre invece il vice, David Wright, sì)
3. Roger Altman, ex-Lehman fondatore e presidente della boutique di investimenti Usa Evercore Partners. Altman è stato presente alle riunioni del club nel 2009, 2010 e 2011.
4. Peter Sutherland, ex presidente di BP e ora presidente e direttore generale di Goldman Sachs International. Presente sin dal 2008. Quest’anno ci sarà Michael Evans, vice presidente di Goldman Sachs & Co.
5. Douglas Flint, presidente di HSBC. Ha partecipato anche alla manifestazione nel 2011 e 2012.
6. Henry Kravis, co-fondatore della società di private equity Kohlberg Kravis Roberts & Co, è stato puntuale ogni anno a partire dal 2009.
7. Kenneth Jacobs e Vernon Jordan, amministratori delegati di Lazard, sono devoti da anni al Bilderberg.

La stranezza maggiore che emerge dalle liste dei partecipanti a quest’ultima riunione è ancora più colossale. A Londra non saranno presenti alcuni dei grandi nomi della finanza internazionale: né JP Morgan, né Morgan Stanley, né Credit Suisse, né Citigroup, né UBS,Bank of America Merrill Lynch e neppure molti dei principali hedge fund che dettano legge nelle Piazze finanziarie mondiali. Certo... volendo ritenere che le liste ufficiali pubblicate dal Bilderberg siano veritiere e non nascondano ulteriori oscure trame.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti