Alitalia per Air France vale zero
Alitalia per Air France vale zero
Economia

Alitalia per Air France vale zero

È l'addio dei francesi alla partecipazione del 25% nella compagnia italiana. Nell'ultimo bilancio la quota, che vale 50 milioni di euro, è stata portata a zero euro

È l'addio di Air France ad Alitalia. Per i francesi, infatti, il 25% di Alitalia pari a un valore di 50 milioni di euro, nell'ultimo bilancio è stato iscritto a quota zero. La quota, insomma, è stata completamente svalutata.

Il 14 ottobre (ma la notizia è stata comunicata solo oggi) dopo il cda di Alitalia che ha deciso per l'aumento di capitale da 300 milioni di euro Air France-Klm ''ha registrato la sua quota parte nelle perdite di Alitalia e una previsione di minusvalenza, per un montante totale di 202 milioni di euro, nella linea di bilancio 'Quota di profitti/perdite di associati'".

Cosa significa? Semplice, che Air France ha deciso di non dare più alcun valore alla quota in Alitalia e di accusare perdite piuttosto che continuare a investire.

''Considerata l'incertezza della situazione di Alitalia, il gruppo Air France-Klm ha deciso di svalutare totalmente il valore delle azioni detenute'' è scritto negli allegati finanziari alla presentazione dei conti trimestrali della società franco-olandese.

Una brutta notizia che arriva nei giorni in cui la compagnia continua a proporre nuove iniziative commerciali nel tentativo di restare competitiva mentre si trova costretta a difendersi dagli attacchi del Fatto Quotidiano che apre l'edizione di oggi con un articolo da titolo: "Alitalia rischia il crac,
biglietti non garantiti" a cui la società ha prontamente risposto che "in riferimento ad alcune notizie fuorvianti apparse sul Fatto Quotidiano conferma la continuità dei voli e diffida chiunque dal diffondere notizie
allarmanti e nocive per la società; Alitalia si rivarrà su chiunque arrechi danno alla società stessa''. Ricordando inoltre che "l'aumento di capitale in corso per 300 milioni di euro è già stato versato per 130 milioni, ed è garantito da Poste italiane  e dalle due principale banche del Paese: Intesa Sanpaolo e UniCredit''.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti