Preservativi a domicilio a Dubai

Sos Condom: la sperimentazione choc in un paese musulmano dove il sesso non è più tabù

A Dubai il primo servizio di consegna a domicilio di preservativi (Credits: Getty Image)

Eleonora Lorusso

-

Dal servizio di consegna preservativi a domicilio, al manuale su come fare sesso, scritto dalla consulente araba dell'eros: a Dubai c'è sesso nell'aria, soprattutto ultimamente, ovvero da quando ciò che si fa sotto le lenzuola non sembra più essere un tabù, sia per le donne che per gli uomini.

È stato infatti pensato proprio per non mandare in bianco le coppie, un nuovo servizio di consegna di condom a domicilio, attivo 24 ore su 24 nel cuore degli Emirati Arabi Uniti. Si chiama Sos Condom e funziona un po' come il pony express che consegna le pizze ovunque voi siate, soltanto che in questo caso il ragazzo in motorino non si presenterà alla porta con cartoni fumanti, ma con una bella confezione di preservativi di cui la coppia in questione fosse rimasta sprovvista.

O meglio: potrà limitarsi a consegnare il piccolo pacchetto, se chi lo ha chiesto si trova a casa o in un albergo o imboscata in un qualsiasi angolo, grazie ad un'apposita App con geolocalizzatore , ma potrà anche travestirsi da vero "ragazzo della pizza", con tanto di cartoni, nel caso in cui si voglia mantenere una certa discrezione, data la "delicatezza" della merce consegnata. Il servizio di Sos Condom, infatti, lanciato da Durex, prevede che, per rispettare la privacy dei clienti, l'addetto al recapito di preservativi possa assumere anche altre sembianze: dal poliziotto al finto turista, ecc.

Non a caso la sperimentazione delle consegne è partita da Dubai, dove - almeno formalmente - si mantiene una certa compostezza nei costumi, specie per le donne. Almeno formalmente, si diceva, perchè qualcosa sta cambiando anche qui. La dimostrazione è il successo (e il dibattito) intorno ad un libro il cui titolo lascia poco alla fantasia: I segreti delle relazioni sessuali delle coppie sposate. Autrice è Wedad Lootah, assistente sociale per Mohammed bin Rashid Al Maktum, emiro degli Emirati Arabi, dove lavora in tribunale, nella sezione dedicata ai divorzi.

Proprio ascoltando le storie di uomini e donne sul punto di dirsi addio, la 47 Lootah (velata di nero) ha capito che in molti casi la causa della rottura del matrimonio era da ricercare nell'insoddisfazione sessuale, specie femminile. Da qui l'idea di scrivere un manuale nel quale dare consigli, suggerimenti e spiegare tecniche per raggiungere il piacere, in accordo con i dettami religiosi del Corano. Pubblicato per la prima volta nel 2009 a sue spese, ora il libro sta avendo un grande successo, tanto da diventare un best seller in Qatar, Oman, Bahrein, Marocco, Egitto e Iraq. Per questo la consulente del sesso starebbe pensando di scriverne un altro, sfidando l'ostilità degli ultraconservatori.

Non sono infatti mancate forti critiche alle 200 pagine in cui si parla così esplicitamente di sesso ed eccitazione, come confermato da Arab News, emittente considerata organo ufficiale della casa regnante in Arabia Saudita, che ha accusato la Lootah di "portare in pubblico, spudoratamente, temi e discussioni che dovrebbero restare privati". Insomma, i consigli pratici su come raggiungere l'orgasmo non sono graditi a tutti. Qualche esempio? Tra le pagine si legge di come accarezzare meglio per eccitare la propria partner, che posizione assumere perchè il piacere duri più a lungo, ma mette anche in guardia dai cibi afrodisiaci: spesso appesantiscono e danno torpore, assolutamente sconsigliato prima di un rapporto sessuale.

© Riproduzione Riservata

Commenti