News

Domestiche "affittate" nei negozi, polvere di perle contro il sole, zuppe ai vermi e altre storie dell'Asia

A Singapore le collaboratrici domestiche sono "esposte" nei centri commerciali, mentre in Cina si usano perle e latte umano per evitare le scottature

A Singapore, chi cerca una babysitter o una collaboratrice domestica può affidarsi ad alcuni negozi specializzati in cui, prima di firmare il contratto, può vederle all'opera. In Cina, invece, mentre le spose cercano gli edifici coloniali per farsi scattare qualche foto "europea" con l'abito bianco di tradizione occidentale, chi vuole approfittare dell'estate e della spiaggia senza rinunciare alla pelle bianchissima rispolvera metodi più o meno tradizionali per proteggersi dalle scottature. Una famosa attrice pakistana, invece, rischia di perdere tutto il suo pubblico dopo aver baciato un indiano (in un film).

Un tempo i cinesi si inchinavano davanti all'Imperatore (per tre volte, seguendo il famosissimo rito del kowtow), oggi, per rispetto e riconoscenza, un gruppo di medici ha fatto la stessa cosa davanti al corpo senza vita di Liang Yaoyi, un bambino di undici anni dal destino segnato da una grave forma di tumore al cervello. Prima di chiudere gli occhi per sempre, infatti, questo ragazzo ha scelto di donare tutti i suoi organi per salvare altre vite. Un gesto di grande generosità, che in Cina vale ancora di più visto che la cultura del trapianto è stata introdotta solo pochi anni fa.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti