Redazione

-

"Coloro che hanno diritto all'asilo potranno stare in italia, l'Ue lavora per la redistribuzione, gli altri saranno rimpatriati". Lo ha detto il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, in un breve punto stampa a Lussemburgo al termine del Consiglio dei ministri dell'Interno dell'Ue

Sono tra 350 e 500 circa i migranti che gravitano in questo momento tra la stazione di Ventimiglia e il confine con la Francia. Questa mattina 35 persone sono state prelevate dalla zona più vicina al confine e sono state portate alla stazione dove è allestito un centro di accoglienza in un'ala dismessa dell'edificio.

LEGGI ANCHE: VEntimiglia, l'urlo dei profughi sugli scogli


Presenti bagni chimici e personale della Croce Rossa. Da pochi istanti si è conclusa la distribuzione della colazione ed il personale della Croce Rossa riporta come siano stati distribuiti 500 pasti. Le persone fermate questa mattina non sono state identificate ma solo spostate. Si ripetono in queste ore i flussi che da alcuni giorni vedono i migranti tentare durante il giorno di attraversare la frontiera.

Tentativi che raramente, riporta il personale delle ferrovie, raggiungono il loro scopo visto che sui treni i controlli sono molto forti. Lo sciopero ha inoltre oggi portato alla cancellazione di numerosi treni, rendendo ancora più difficile tentando di attraversare il confine con la Francia

Come d'abitudine, riporta il personale che segue i migranti, il maggior assembramento si avrà questa sera quando ci si aspetta che ci siano ulteriori tentativi di attraversare il confine. Vincenzo Vitetta, consigliere comunale con delega alla Protezione civile al Comune di Ventimiglia, riporta come in queste ore alcune donne incinte siano state trasportate al locale ospedale ma anche come le stesse siano poi tornate in stazione pronte a tentare di attraversare nuovamente in confine. Vitetta segnala anche alcuni possibili casi di scabbia, ma visto che i migranti non vengono registrati all'ospedale non se ne ha certezza

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Immigrazione, Maroni: "Stop a Schengen"

Sentito dal Comitato Schengen, il governatore ha dato la sua ricetta per ridurre i flussi migratori. E ha annunciato una nuova lettera ai prefetti

Emergenza immigrazione: il piano B di Matteo Renzi

Di fronte alla tragedia nazionale, il premier chiede solidarietà all'Europa e si dice pronto a cambiare strategia. Ma gli serve l'aiuto del Lussemburgo

Ventimiglia: le foto dei migranti sugli scogli

Dormono sotto i teli argentati. Puliscono gli scogli. E davanti alla gendarmerie francese che ha chiuso le frontiere chiedono la tutela dei diritti umani

Migranti, la Francia si chiama fuori. Il piano B di Renzi: "Facciamo da soli"

Il ministro dell'Interno transalpino: "Gli immigrati economici vanno divisi dai profughi". Il premier all'Ue: "La Francia non può chiudere gli occhi"

Commenti