Rita Fenini

-

All'indomani della strage, il Tribunale di Milano si è fermato per commemorare le vittime della follia di Claudio Giardello, l'uomo che ieri ha ucciso un giudice, il suo ex avvocato, un altro imputato e ferito altre due persone. Gremita di folla l'aula magna del tribunale. Grande la commozione. Straziante ma composto il dolore di Alberta Brambilla Pisoni, mamma del giovane (e promettente) avvocato Lorenzo Claris Appiani e dei famigliari delle altre vittime. Minuti di silenzio e udienze sospese anche nei tribunali di altre città.

LEGGI ANCHE: CHI È IL KILLER CLAUDIO GIARDIELLO
CHI ERA IL GIUDICE FERDINANDO CIAMPI
LEGGI ANCHE: LE TESTIMONIANZE
LEGGI ANCHE: I PRECEDENTI



© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Chi è Claudio Giardiello, il killer del Tribunale di Milano

57 anni, di Benevento, ma residente da tempo in Brianza, era titolare di diverse società in gravi difficoltà finanziarie

Tribunale di Milano: come è possibile entrare con una pistola

La sicurezza è scarsa: se si entra con il proprio avvocato è facile bypassare i controlli

Tribunali: molto gravi le falle della sicurezza

A sostenerlo un Procuratore capo, un presidente di Tribunale e un poliziotto che dopo la strage puntano il dito contro i carenti sistemi di sicurezza

Strage al Tribunale di Milano: nuovo malore per Giardiello

È svenuto in carcere. Convalidato l'arresto per omicidio plurimo aggravato, tentato omicidio e porto abusivo d'arma. Chiesta la perizia psichiatrica

Commenti