Cronaca

Sciopero, revocata la precettazione dei ferrovieri

Il segretario della Cgil si era scagliata contro il provvedimento del ministro dei Trasporti , che in seguito è stato ritirato

sciopero treni

Il Ministro dei trasporti Maurizio Lupi ha revocato l'ordinanza di precettazione emanata ieri sera nei confronti dei dipendenti delle ferrovie nell'ambito dello sciopero generale di domani proclamato da Cgil e Uil. È stata quindi decisa una rimodulazione dello stop da 8 a 7 ore (dalle ore 9 alle 16)

La precettazione dei ferrovieri era sata definita "un atto grave" e un "intervento a gamba tesa" dal segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, in un videoforum di Repubblica Tv.

"Non credo" ha spiegato Camusso "che la decisione sia presa in solitudine, perché è un atto grave. La nostra risposta è in atto, con forme di protesta e denuncia. C'è la richiesta della revoca della precettazione. Se il Governo la mantiene la rispetteremo, ma è atto grave. Stiamo valutando; non finisce lì perché secondo noi si viola la legge, è un uso strumentale della legge. Ma non abbiamo ancora avuto il testo dell'ordinanza, che valuteremo. Lo abbiamo appreso dai giornali. Vorrei sottolineare come le procedure non siano rispettatre, con atti unilaterali che alzano i toni del conflitto", ha concluso Camusso.

L

© Riproduzione Riservata

Commenti