Cronaca

Sciopero 8 marzo, gli orari a Roma

Lo stop di 24 ore riguarderà molti servizi pubblici e tutti i mezzi di trasporto, per i quali saranno però rispettate le fasce di garanzia

Sciopero sindacati base, stop da trasporti a P.a

Giuseppe Cordasco

-


Si faranno sentire  certamente i disagi per i cittadini domani a Roma, in occasione dello sciopero generale di 24 ore. Per quel che si sa al momento infatti, sul fronte dei trasporti pubblici, che sarà certamente il più caldo di tutti, a partire dalla mezzanotte di oggi e fino alla mezzanotte di domani incroceranno le braccia gli autisti di bus, tram, metropolitane gestite dall’Atac. Ad essi si uniranno gli addetti delle ferrovie Roma-Civitacastellana-Viterbo e Roma-Lido e quelli delle linee periferiche gestite dalla società Roma Tpl. Saranno comunque rispettate le abituali fasce di garanzia che a Roma saranno quelle che vanno fino alle 8.30 del mattino, e poi successivamente dalle 17 alle 20.

Sciopero dei mezzi pubblici: città nel caos


Da sottolineare che nella notte tra l’8 e il 9 marzo non sarà garantito neanche il servizio dei bus notturni e della linea 913. Nell’agitazione generale sarà coinvolta poi anche la rete dei bus regionali gestiti da Cotral. Dunque anche per queste linee di trasporto extraurbano si dovrà fare i conti con disfunzioni del servizio e con eventuali soppressioni delle corse. In ogni caso anche per questi servizi saranno comunque rispettate le fasce di garanzia sopra già ricordate. Note ulteriormente allarmanti giungono poi considerando che la paralisi della città potrebbe produrre ulteriori disagi visto che lo sciopero generale potrebbe coinvolgere tanti altri servizi: dalle scuole materne agli asili nido, dalle scuole alle università passando per la raccolta dei rifiuti, gli ospedali, i musei e gli uffici privati.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Sciopero 8 marzo: orari e adesioni

La mobilitazione delle donne, organizzata dal movimento "Non una di meno" con i sindacati, coinvolgerà dai trasporti alle scuole alla sanità

Sciopero, il venerdì nero di trasporti, scuola e sanità

In tutta Italia si sono astenuti dal lavoro i dipendenti pubblici per la mobilitazione indetta da Slai Cobas e Usi

Sciopero commercialisti: tutte le conseguenze

Le sanzioni per il mancato invio a febbraio delle dichiarazioni Iva saranno a carico dei professionisti e non dei contribuenti

Commenti