Cronaca

Sacra Corona Unita, i beni del boss Miggiano diventano dello Stato

La Dia ha confiscato 28 immobili e terreni agricoli in provincia di Lecce per un valore di oltre 3 milioni di euro

Questa mattina è diventato esecutivo il maxi sequestro del patrimonio del boss di Casarano. La Dia di Lecce, infatti, ha confiscato beni immobili per un valore di oltre 3 milioni al boss Franco Miggiano, 69enne, residente a Casarano, in provincia di Lecce, condannato per associazione a delinquere e traffico di droga e considerato da inquirenti e investigatori affiliato alla Sacra corona unita.

Il provvedimento di confisca segue il sequestro emesso dal tribunale di Lecce in accoglimento di una proposta avanzata dal direttore della Dia al termine di un'indagine che ha consentito agli investigatori di accertare una sproporzione tra i redditi dichiarati dall'uomo e dalla sua famiglia e gli ingenti possedimenti a lui riconducibili.

Il patrimonio che è divenuto di proprietà dello Stato è costituito da 28 immobili, tutti nel comune di Casarano. Si tratta in particolare di un complesso immobiliare interamente recintato con 19 edifici, esteso su terreni per una superficie di circa 20.000 metri quadrati, di 3 abitazioni private e 6 terreni agricoli.

© Riproduzione Riservata

Commenti