Cronaca

Processo Escort: Tarantini e Began condannati

La sentenza del Tribunale di Bari: 7 anni e 10 mesi per lui, 16 mesi per lei

Giampaolo Tarantini

I giudici della seconda sezione penale del tribunale di Bari (presidente Luigi Forleo, a latere Lucia De Palo e Antonella Cafagna) sono entrati in camera di consiglio alle 11 di questa mattina e alle 15 hanno emesso la sentenza sul processo Escort: condanna a 7 anni e 10 mesi per Gianpaolo Tarantini e a 16 mesi per Sabina Began, definita "l'ape regina" delle feste organizzate dall'ex premier Silvio Berlusconi.

I due sono tra i 7 imputati del processo "Escort" accusati, a vario titolo, di associazione a delinquere e prostituzione.

Per Claudio Tarantini, fratello di Gianpaolo, è stata invece disposta l'assoluzione, come chiesto dall'accusa. Al pierre milanese Peter Faraone sono stati inflitti 2 anni e 6 mesi, a Massimiliano Verdoscia 3 anni e sei mesi. Assolti anche Francesca Lana e Letizia Filippi. Il Tribunale ha escluso la sussistenza del reato di associazione a delinquere.

Il tribunale di Bari ha disposto la trasmissione degli atti alla procura affinchè valuti l'ipotesi di reato di falsa testimonianza nei confronti di alcune delle ragazze portate da Gianpaolo Tarantini nelle residenze di Silvio Berlusconi affinchè si prostituissero. Si tratta di Vanessa Di Meglio, Sonia Carpentone, Roberta Nigro, Ioana Visan, Barbara Montereale e Dino Mastromarco, quest'ultimo ex autista di Gianpaolo Tarantini.

© Riproduzione Riservata

Commenti