Processo Ceste, Michele Buoninconti resta in carcere

La Cassazione ha respinto il ricorso contro la custodia cautelare dell'uomo, accusato dell'omicidio della moglie

Buoninconti

Michele Buoninconti, marito di Elena Ceste, in un fermo immagine tratto da Chi l'ha visto. – Credits: ANSA

Carmelo Abbate

-

La corte di Cassazione ha respinto il ricorso presentato dalla difesa di Michele Buoninconti, marito di Elena Ceste, accusato dell'omicidio della casalinga di Asti.

Il vigile del fuoco rimane quindi in carcere. I giudici della Superema corte, nel dichiarare inammissibile il ricorso contro l'ordinanza del Tribunape del riesame, che disponeva la custodia cautelare in carcere, gli hanno anche inflitto un'ammenda di 1.000 euro.

Processo Ceste, perché il marito Michele Buoninconti rischia la condanna
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

L'intercettazione a Michele Buoninconti

Michele Buoninconti, telefonata di sesso con l'amante

Processo Ceste, perché il marito Michele Buoninconti rischia la condanna

Omicidio e occultamento di cadavere: questa l'imputazione contro il vigile del fuoco, che ha scelto il rito abbreviato. I punti principali dell'accusa

Commenti