«Piccoli gesti, grandi crimini». La campagna contro l'abbandono dei mozziconi nell'ambiente
«Piccoli gesti, grandi crimini». La campagna contro l'abbandono dei mozziconi nell'ambiente
Cronaca

«Piccoli gesti, grandi crimini». La campagna contro l'abbandono dei mozziconi nell'ambiente

Buttare un mozzicone per terra. Un gesto così semplice da apparire quasi irrilevante, ma se mettessimo uno sopra l’altro tutti i mozziconi dispersi nell’ambiente raggiungeremo un’altezza di 10.415 metri, superiore a quella dell’Everest. Complessivamente, ogni anno vengono dispersi 4,5 trilioni di mozziconi, risultando il rifiuto più presente sulle spiagge di tutto il mondo.

Da queste premesse è nata «Piccoli gesti, grandi crimini», una campagna nazionale di sensibilizzazione partita lo scorso 23 luglio da Sorrento. Sono tre le principali motivazioni che spingono i cittadini fumatori a ripetere questo tipo di comportamento scorretto: la mancanza di consapevolezza del danno causato all’ambiente e dell’applicazione delle sanzioni previste per chi getta mozziconi oltre che l’assenza di contenitori per i rifiuti adatti sul territorio.

La campagna, promossa da Marevivo in collaborazione con British American Tobacco (Bat), si pone quindi l’obiettivo di sensibilizzare ed educare i cittadini sul tema del rispetto ambientale e delle conseguenze di comportamenti sbagliati, contrastare concretamente l’abbandono dei mozziconi attraverso il corretto posizionamento in città di cestini con porta mozziconi e la distribuzione di posacenere tascabili ai cittadini, nonché sensibilizzare le istituzioni locali ad applicare le sanzioni previste dalla legge per chi getta a terra piccoli rifiuti.

A Sorrento, città “pilota” dell’iniziativa, sono così stati distribuiti 4.000 posacenere tascabili e, in accordo con il Comune, sono stati posizionati 50 nuovi cestini con posacenere incorporato. Contestualmente sono stati organizzati degli interventi ad alto impatto visivo tra cui una campagna advertising e l’installazione di una vera e propria «scena del crimine» in cui, accanto alle vittime - raffigurate da sagome di pesci, tartarughe e stelle marine - è stata posta la riproduzione di un mozzicone gigante, simbolica arma del delitto.

Roberto Palazzetti, presidente e ad di British American Tobacco ha dichiarato: «Siamo orgogliosi di avere tra i nostri obiettivi la riduzione dell’impatto della nostra attività sull’ambiente come dimostra l’inserimento di Bat – l’unica azienda del suo settore – nel prestigioso Dow Jones Sustainability Index per il 19° anno consecutivo».

I risultati, presentati nella giornata di oggi, mostrano come l’iniziativa abbia già registrato un impatto positivo. Raffaella Giugni, responsabile relazioni istituzionali Marevivo ha infatti dichiarato: «I risultati di questa prima tappa sono incoraggianti: nell’area di Sorrento durante la campagna abbiamo ottenuto una riduzione complessiva dei mozziconi nell’ambiente pari al 69%. Se tutti i comuni italiani aderissero al nostro appello, e se le persone si impegnassero a smaltire correttamente questo rifiuto, risparmieremmo all’ambiente non solo marino un ulteriore aggravamento delle sue condizioni». Secondo il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa «i risultati che vengono presentati oggi ci spingono a non abbassare la guardia. Perché anche un piccolo gesto può essere un grande crimine». Il Senatore presso la Commissione Affari Esteri Lucio Malan ha infine aggiunto che si tratta di «un’iniziativa importante: i piccoli gesti fanno davvero la differenza».

Ti potrebbe piacere anche

I più letti