Botte e maltrattamenti ai disabili rivelate dalle telecamere - Foto

Le indagini dei Carabinieri hanno portato alla sospensione di 14 operatori di una casa di cura a Decimomannu (Cagliari)

maltrattamenti-disabili

Un fermo immagine tratto da un video dei carabinieri mostra un momento dell'operazione che ha portato alla sospensione di 14 operatori dell'Aias di Decimomannu,Cagliari, per maltrattamenti ai pazienti disabili. 15 febbraio 2016. – Credits: Ansa/Carabinieri

Redazione

-

Venivano aggrediti verbalmente e fisicamente, costretti ad aspettare nudi, sia uomini che donne, davanti agli unici due bagni per fare le docce, poi venivano asciugati con un solo asciugamani o addirittura con gli stracci. È uno dei particolari emersi dalle indagini dei carabinieri del Nas, coordinati dal maggiore Davide Colajanni, e dei militari del Comando provinciale e della sezione di Pg della Procura di Cagliari, sull'operazione che ha portato alla sospensione dal servizio per sei mesi di 12 tra operatori sanitari e infermieri e di due amministratori della struttura Aias (Associazione Italiana Assistenza Spastici) di Decimomannu, a una ventina di chilometri dal capoluogo sardo. Vittime 36 pazienti affetti da gravi problemi psichici e alcuni dei quali anche con problemi a deambulare.

 

Maltrattamenti, percosse, lesioni personali, omissione di referto nei confronti degli ospiti affetti da gravi e croniche forme di disabilità psicofisica. Sono queste le accuse contestate agli operatori.

Le indagini sono partite dalla denuncia di un'operatrice nell'ottobre del 2014. Da quanto si è appreso, erano stati richiesti per gli indagati gli arresti domiciliari, ma il Gip ha preferito la sospensione dai pubblici uffici. Dopo la segnalazione della dipendente - poi trasferita in altra sede e mai più richiamata al lavoro - sono scattati gli accertamenti. Sono state nascoste telecamere nei raparti, uomini e donne, psichiatrici.

Proprio dalle riprese sono emersi i maltrattamenti, le ingiurie e le percosse. Ad aprile del 2015 è scattato un primo blitz condotto dal Nas di Cagliari e dagli uomini della sezione di polizia giudiziaria della Procura, conclusi con la sospensione dal servizio di tre persone e con un verbale di contestazione in cui venivano segnalati problemi igienici sanitari, irregolarità nel modo in cui venivano trattati e lavati i pazienti. Alcuni di loro, con problemi di incontinenza, dormivano in materassini identici a quelli usati nelle palestre, perché sporcavano i materassi. Le indagini sono poi proseguite per alcuni mesi anche con intercettazioni telefoniche e nel registro degli indagati sono finiti gli altri 11 nomi.


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Il "lager" di Grottaferrata: bambini disabili picchiati e segregati - Foto e video

I carabinieri hanno arrestato 10 dipendenti di un Centro di riabilitazione neuropsichiatrica per violenza e abusi su minori

Maestra d'asilo arrestata. Violenze sui bambini - video

La maestra che terrorizzava i bambini - Video

Le telecamere nascoste dai carabinieri hanno documentato i maltrattamenti in una scuola materna nel modenese

"Oggi ti faccio male": maestra di asilo nido arrestata per maltrattamenti

Dopo il caso di pochi giorni fa nel modenese, oggi un'altra educatrice è stata scoperta grazie all'uso delle telecamere - Il video

Commenti