Rita Fenini

-

Festa dalle origini profondamente cristiane, la Pasqua - come il Natale - rimanda anche ad una serie di tradizioni, usi e costumi dal sapore inequivocabilmente pagano.

E proprio per questa sua "duplice anima", i preparativi per questa grande festa variano molto da Paese a Paese, anche se processioni, dolci e uova colorate sono un  po' il denominatore comune per tutti i lughi del mondo.

In Germania, per esempio, dove la tradizione prevede che per il Giovedì Santo si mangino solo cibi verdi, in occasioni delle festività pasquali, al castello di Ludwigsburg viene allestito un coloratissimo percorso fatto con uova colorate, la cosiddetta "Strada delle Uova".

In Spagna, Paese dove è molto forte la tradizione cattolica, per tutta la Settimana Santa non si contano le centinaia di rievocazioni della passione di Cristo e le processioni di Penitenti incappucciati (Nazarenos) che sfilano nelle principlali città: molto suggestive, fra le altre, le processioni che si snodano fra le vie di Malaga e Cordoba.

In Israele, i festeggiamenti sono duplici: c'è infatti la festa cristiana e quella ebraica, il Passah. Nella settimana santa si ripercorre la via Crucis e il giovedì prima di pasqua si ricorda l'esodo degli ebrei e la liberazione dalla schiavitù d'Egitto.

A Nakuru, in Kenya, in occasione della Pasqua si tiene una grande ed importante asta di capre mentre a Lisse, in Olanda, il vescovo di Rotterdam benedice bulbi e fiori che verranno inviati a Roma per essere utilizzati durante la messa di Pasqua in Piazza San Pietro.

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Le migliori mete per una Pasqua alternativa

Per tutti coloro che sono stanchi della solita grigliata di Pasquetta, ecco una una lista di luoghi insoliti dove poter trascorrere il primo ponte primaverile

Commenti