Papa Benedetto XVI - il Pontificato

Date, testi, encicliche, parole, posizioni. Ecco l'operato di Benedetto XVI - l'annuncio -

Papa Benedetto XVI ha annunciatop che il 28 Febbraio lascerà il pontificato (Credits: ANDREAS SOLARO AFP)

Ignazio Ingrao

-

Cronologia pontificato Benedetto XVI

2005

19 aprile: dopo un Conclave durato poco più di 24 ore, viene eletto Joseph Ratzinger, sceglie il nome di Benedetto XVI

20 aprile: nel suo primo messaggio da Papa, in latino, Benedetto XVI traccia il suo «programma di governo»: lavorare per l’unità della Chiesa, attuare il Concilio Vaticano II

13 maggio: annuncia l’immediata apertura della causa di beatificazione di Giovanni Paolo II

6 giugno: invita i cattolici italiani a impegnarsi a difesa della vita in vista del referendum sulla fecondazione assistita

24 giugno: si reca in visita al Quirinale, accolto dal presidente Carlo Azeglio Ciampi, e difende il ruolo pubblico della religione

28 giugno: pubblica il «Compendio del catechismo della chiesa cattolica» articolato in domande e risposte.

18-21 agosto: compie il primo viaggio all’estero e il primo viaggio in Germania, a Colonia, per la Giornata mondiale della Gioventù. Lo attendono mezzo milione di giovani da tutto il mondo. Visita anche la moschea e la sinagoga.

27 agosto: riceve a Castel Gandolfo Oriana Fallaci

29 agosto: incontra i vertici della Fraternità san Pio X (Lefebvriani)

15 settembre: incontra i due rabbini capo di Israele

2-23 ottobre: convoca cardinali e vescovi di tutto il mondo a Roma per il Sinodo sull’Eucaristia e modifica le norme di svolgimento dell’assemblea, introducendo il dibattito libero

22 dicembre: nel discorso alla Curia romana indica come va interpretato il Concilio Vaticano II: «rinnovamento nella continuità»

2006

25 gennaio: pubblica la sua prima enciclica: «Deus caritas est» (Dio è amore) sul concetto di amore nelle sue diverse dimensioni

24 marzo: nomina 15 nuovi cardinali, tra i quali anche un cinese, il vescovo di Hong Kong, Joseph Zen.

25-28 maggio: visita la Polonia, sulle orme di Wojtyla e si reca ad Auschwitz.

22 giugno: nomina Segretario di Stato il cardinale Tarcisio Bertone, al posto di Angelo Sodano

8-9 luglio: a Valencia, in Spagna, si rivolge al premier Zapatero e difende il valore della famiglia fondata sul matrimonio

11 luglio: sostituisce il suo portavoce, Joaquín Navarro Valls, con il gesuita padre Federico Lombardi

9-14 settembre: si reca in Baviera nei luoghi della sua nascita e della sua vita

12 settembre: il discorso pronunciato all’Università di Ratisbona su fede e ragione provoca la violenta reazione del mondo islamico

26 settembre: scomunica l’arcivescovo Emmanuel Milingo per aver consacrato vescovi quattro preti sposati

20 novembre: riceve in Vaticano il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano

23 novembre: pranza con il primate anglicano Rowan Williams, accompagnato dalla moglie e dal figlio

28 novembre – 1° dicembre: l’atteso viaggio in Turchia dopo la crisi di Ratisbona. Benedetto XVI si raccoglie in meditazione nella Moschea Blu di Istanbul e firma una dichiarazione congiunta con il patriarca ortodosso Bartolomeo I.

6 dicembre: nomina arcivescovo di Varsavia Stanislaw Wielgus. In Polonia scoppiano forti polemiche e Wielgus è costretto a dimettersi per la pubblicazione di documenti che mostrano la sua collaborazione con i servizi segreti comunisti

2007

7 marzo: nomina presidente della Cei il cardinale Angelo Bagnasco, al posto di Camillo Ruini

13 aprile: pubblica il primo volume del libro su «Gesù di Nazaret».

9-14 maggio: visita il Brasile e apre la Conferenza generale dell’episcopato latino-americano

11 giugno: Benedetto XVI modifica le norme per l’elezione del Pontefice: d’ora in poi sarà sempre necessaria la maggioranza qualificata dei due terzi dei cardinali elettori

30 giugno: scrive una lunga lettera ai cattolici cinesi nella quale si rivolge anche alle autorità di Pechino chiedendo la libertà religiosa e la normalizzazione dei rapporti

7 luglio: con il Motu Proprio «Summorum Pontificum» liberalizza l’uso dell’antica Messa in latino con il rito tridentino

1-2 settembre: a Loreto incontra 300 mila giovani italiani e afferma: «La Chiesa non è un centro di potere»

7-9 settembre: visita l’Austria e lancia un forte appello contro l’aborto

29 settembre: chiama Giovanni Maria Vian a sostituire Mario Agnes alla guida dell’Osservatore Romano

21 ottobre: da Napoli lancia un forte appello contro la camorra

6 novembre: riceve per la prima volta in Vaticano il re dell’Arabia Saudita  Abdallah bin Abdulaziz Al Saud

24 novembre: nomina 23 nuovi cardinali e riunisce il collegio cardinalizio per parlare di ecumenismo

30 novembre: pubblica la seconda enciclica «Spe salvi» sulla speranza cristiana

2008

15 gennaio: il Papa rinuncia a visitare l’Università «La Sapienza di Roma» a seguito delle proteste di studenti e professori

20 gennaio: 100 mila persone si riuniscono in piazza san Pietro per il «Papa Day», la manifestazione a sostegno di Benedetto XVI dopo le contestazioni all’Università

5 febbraio: viene pubblicata la nuova versione della preghiera del Venerdì Santo per la «conversione» degli ebrei contenuta nell’antico Messale romano in latino. Dura reazione delle comunità ebraiche

22 marzo: nella solenne veglia di Pasqua in San Pietro il Papa battezza Magdi Allam

15-21 aprile: visita gli Stati Uniti, parla di fronte all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, prega a Ground Zero e incontra le vittime dei preti pedofili

6 giugno: riceve in Vaticano il premier Silvio Berlusconi

27 giugno: nomina suo vicario per Roma il cardinale Agostino Vallini, al posto di Camillo Ruini

28 giugno: con il patriarca di Costantinopoli, Bartolomeo I, apre l’anno dedicato a san Paolo

12-21 luglio: si reca a Sidney, in Australia, per partecipare alla Giornata mondiale della Gioventù. Anche in questa occasione incontra e vittime dei preti pedofili.

12-15 settembre: visita la Francia. Prima Parigi, dove incontra il presidente Nicolas Sarkozy, poi Lourdes, per il 150° anniversario delle apparizioni mariane.

4 ottobre: si reca in vista al Quirinale, accolto dal presidente Giorgio Napolitano

5 ottobre: legge il primo libro della Genesi in televisione

5-26 ottobre: convoca cardinali e vescovi di tutto il mondo a Roma per il Sinodo sulla Bibbia. Al Sinodo prende la parola anche il patriarca ortodosso Bartolomeo I. Il Papa denuncia le persecuzioni dei cristiani nel mondo.

12 dicembre: fa pubblicare alla Congregazione per la dottrina della fede l’istruzione «Dignitas personae» per chiedere che venga fermata la produzione di embrioni umani

28 dicembre: lancia un vibrante appello affinché Israele fermi i bombardamenti sulla striscia di Gaza

2009

24 gennaio: toglie la scomunica che grava sui quattro vescovi lefebvriani. Uno di essi, Richard Williamson, nega la Shoah. Durissime proteste delle comunità ebraiche.

31 gennaio: nomina vescovo ausiliare di Linz, in Austria, il sacerdote ultraortodosso Gerhard Maria Wagner. Due settimane dopo Wagner rinuncia all’incarico a seguito delle proteste dell’opinione pubblica e degli stessi vescovi austriaci.

9 marzo: visita in Campidoglio, accolto dal sindaco Gianni Alemanno

12 marzo: scrive ai vescovi di tutto il mondo in merito alla vicenda dei lefebvriani. Benedetto XVI riconosce che ci sono stati degli errori ma si rammarica per l’intolleranza nei suoi confronti, anche da ambienti cattolici

17- 23 marzo: viaggio in Camerun e Angola. Rispondendo a un giornalista, in aereo, il Papa afferma che l’uso del profilattico non risolve ma anzi rischia di «aumentare» il problema dell’Aids. Piovono da tutto il mondo critiche alle parole di Benedetto XVI. Protestano ufficialmente i governi di Francia, Germania; Belgio e l’Unione Europea.

28 aprile: visita i terremotati dell’Abruzzo

8-15 maggio: si reca in Terra Santa: Giordania, Israele e Territori Palestinesi. Visita la moschea di Amman, rende omaggio al memoriale dell’Olocausto Yad Vashem, lascia un preghiera al muro del pianto e sosta in un campo profughi palestinese

19 giugno: apre l’anno sacerdotale della Chiesa dedicato ad approfondire la bellezza del ministero del prete e le sfide con le quali oggi deve misurarsi

21 maggio: va in pellegrinaggio a San Giovanni Rotondo e prega sulla tomba di padre Pio

7 luglio: pubblica la sua terza enciclica («Caritas in Veritate») su sviluppo, globalizzazione e crisi economica

17 luglio: si frattura il polso destro a seguito di una caduta nel corso del soggiorno estivo ad Aosta

6 settembre: visita Viterbo e Bagnoregio, patria di san Bonaventura

26 settembre: incontra per alcuni minuti all’aeroporto di Campino il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, per un chiarimento a seguito del caso Boffo

26-28 settembre: visita la Repubblica Ceca

3-24 ottobre: si svolge in Vaticano il Sinodo dei Vescovi di tutto il mondo convocato dl Papa per discutere sui problemi della Chiesa in Africa

8 novembre: visita Brescia e ricorda Paolo VI

9 novembre: pubblica la Costituzione apostolica “Anglicanorum coetibus” che apre le porte ai fedeli anglicani (inclusi sacerdoti sposati e vescovi) che vogliono entrare a far parte della Chiesa cattolica

21 novembre: incontra il primate anglicano Rowan Williams, arcivescovo di Canterbury. Lo stesso giorno si rivolge a 260 artisti riuniti nella Cappella Sistina

3 dicembre: incontra il presidente russo Dmitrij Medvedev e annuncia l’apertura di piene relazioni diplomatiche con la Federazione Russa

17 dicembre: riduce allo stato laicale l’ex arcivescovo Emmanuel Milingo

19 dicembre: autorizza la proclamazione delle “virtù eroiche” di Pio XII e Giovanni Paolo II, aprendo la strada alla beatificazione dei due pontefici. Protestano le comunità ebraiche contrarie alla beatificazione di Pacelli.

24 dicembre: una squilibrata supera le transenne della Basilica di San Pietro e fa cadere il Papa la notte di Natale.

27 dicembre: pranza con i poveri della Comunità di sant’Egidio

2010

17 gennaio: visita la sinagoga di Roma, 24 anni dopo Giovanni Paolo II

21 gennaio: conferma Tarcisio Bertone Segretario di Stato

15-16 febbraio Incontra i vescovi irlandesi sulla questione degli abusi sessuali

14 marzo: visita la parrocchia luterana di Roma

19 marzo: scrive una lettera ai cattolici di Irlanda sulla questione degli abusi

17-18 aprile: visita Malta sulle orme dell’apostolo Paolo

1° maggio: annuncia il commissariamento dei Legionari di Cristo con la nomina di un delegato papale

2 maggio: si reca a Torino per l’Ostensione della Sindone

11-14 maggio: si reca in Portogallo per visitare Lisbona, il santuario di Fatima e Porto

4-6 giugno: visita Cipro e consegna lo strumento di lavoro per il Sinodo dei vescovi sul Medio Oriente

4 luglio: visita Sulmona

5 settembre: visita Carpineto Romano per i 200 anni dalla nascita di Leone XIII

16-19 settembre: visita il Regno Unito e a Birmingham beatifica il cardinale John Henry Newman

3 ottobre: si reca a Palermo

10-24 ottobre: presiede il Sinodo dei vescovi per il Medio Oriente

12 ottobre: istituisce il Pontificio consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione e lo affida all’arcivescovo Rino Fisichella.

18 ottobre scrive una lettera si seminaristi di tutto il mondo

20 ottobre: annuncia il concistoro per la creazione di 24 nuovi cardinali

6-7 novembre: si reca in Spagna dove visita il Santuario di Santiago di Compostela e consacra la basilica della Sagrada Familia di Gaudì a Barcellona.

11 novembre: pubblica l’Esortazione apostolica “Verbum Domini” sulla Bibbia.

23 novembre: pubblica il libro intervista con Peter Seewald, “Luce del mondo. Il Papa, la Chiesa e i segni dei tempi” (Libreria Editrice Vaticana).

26 dicembre: pranza con 350 poveri in Vaticano.

30 dicembre: istituisce l’Aif, l’Autorità di Informazione Finanziaria per la trasparenza bancaria e la lotta al riciclaggio nelle finanze vaticane. La presidenza viene affidata al cardinale Attilio Nicora.

2011

1° gennaio: nel Messaggio per la Giornata della Pace denuncia la crescente “cristianofobia” nel mondo.

10 marzo: viene pubblicato il secondo volume su “Gesù di Nazareth. Dall’ingresso in Gerusalemme fino alla risurrezione” (Libreria editrice Vaticana)

16 marzo: invia un messaggio al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano per i 150 anni dell’Unità d’Italia.

22 aprile: il giorno del Venerdì Santo rilascia una lunga intervista televisiva a Rai Uno. E’ la prima volta che partecipa a una trasmissione televisiva da quando è stato eletto Papa.

1° maggio: beatifica Giovanni Paolo II

7-8 maggio: visita Venezia e Aquileia

13 maggio: autorizza la pubblicazione dell’istruzione “Universale Ecclesiae” per l’applicazione delle norme sulla celebrazione della Messa con il rito antico.

16 maggio: viene pubblicata la Lettera circolare sugli abusi sessuali del clero che chiede a tutte le Conferenze episcopali del mondo di predisporre le linee guida per combattere il fenomeno.

21 maggio: si collega con la stazione spaziale internazionale.

4 e 5 giugno: visita la Croazia per il radino nazionale delle famiglie.

11 giugno: riceve rom e zingari in Vaticano.

19 giugno: visita san Marino e il Montefeltro.

28 giugno: nomina il cardinale Angelo Scola, arcivescovo di Milano.

29 giugno: celebra il 60° anniversario di Messa.

18-21 agosto: a Madrid celebra la Giornata mondiale della Gioventù dinanzi a due milioni di giovani giunti da tutto il mondo.

11 settembre: visita Ancona per il Congresso Eucaristico nazionale e pranza con gli operai in cassa integrazione.

22-25 settembre: torna per terza volta in Germania e, nel corso del viaggio, parla al Bundestag di Berlino.

9 ottobre: è in Calabria  e prega nella Certosa di Serra San Bruno.

17 ottobre: indice l’Anno della Fede che si aprirà l’11 ottobre 2012.

23 ottobre: proclama santi don Luigi Guanella e Guido Maria Conforti.

27 ottobre: ad Assisi guida la Giornata di riflessione, dialogo e preghiera per la pace a 25 anni dalla Giornata interreligiosa di Giovanni Paolo II.

© Riproduzione Riservata

Commenti