Redazione

-

Almeno due bambini sono rimasti feriti, e sarebbero stati portati in ospedale, nel crollo del soffitto di un'aula della scuola elementare Enrico Pessina di Ostuni, in provincia di Brindisi.

"Stavamo incollando delle schede di matematica. Poi è venuto tutto giù il soffitto". E' il racconto di Luca, 8 anni, uno dei due bimbi rimasti feriti (una ferita alla testa suturata con punti e la frattura del setto nasale).

A cedere sarebbe stata una parte del solaio, che avrebbe provocato l'apertura di un buco nel soffitto e la caduta dei calcinacci, alcuni dei quali avrebbero colpito diversi studenti.

Il crollo di pezzi di intonaco è avvenuto a meno di tre mesi dagli interventi di ristrutturazione che si sono conclusi a metà gennaio.

La scuola, frequentata da oltre 500 alunni, è stata completamente evacuata e il sostituto procuratore di Brindisi, Pierpaolo Montinaro, ha disposto il sequestro dell'intero immobile.

"Stiamo cercando di capire perché e come. In altri casi - è intervenuto il ministro dell'Istruzione Stefania Giannini - non c'è stato il bisogno di fare questo primo atto perché la vetustà degli immobili giustificava l'accaduto. In questo caso invece dobbiamo capire come mai è successo. La ristrutturazione è stata fatta come sempre dagli enti locali, ma cio' non ci esime come governo a vedere se ci sono responsabilità e far sì che siano pagate"

© Riproduzione Riservata

Commenti