Matteo Politanò

-

Un blitz poco prima dell'alba ha spazzato via la mafia del litorale romano. La retata di "Eclissi", operazione congiunta di Polizia e Carabinieri con la collaborazione del Nucleo Speciale d'intervento della Guardia Costiera, ha portato all'arresto di 32 persone affiliate al clan Spada, i "padroni di Ostia" protagonisti di un monopolio che dalla gestione degli alloggi popolari arrivava fino al controllo delle attività commerciali.

Le ordinanze di misura cautelare hanno imputazioni chiare e pesanti: capi e affiliati sono ritenuti «responsabili, tra l'altro, di aver costituito, promosso e fatto parte di un'associazione a delinquere di tipo mafioso sul territorio laziale» ed in particolare ad Ostia.

Si parla quindi di 416 bis, un capo d'accusa che si somma ad altri su omicidio, usura, estorsione e traffico illecito di stupefacenti. Tra gli accusati in manette, oltre ai super boss Carmine e Armando Spada, c'è anche Roberto Spada, già detenuto dopo il rinvio a giudizio per la testata al giornalista della trasmissione di Rai 2 Nemo, Daniele Piervincenzi.


Il sindaco di Roma Virginia Raggi ha salutato il blitz con un tweet: "Roma rinasce con operazione contro clan Spada a Ostia." Le ordinanze di custodia cautelare in carcere sono state emesse dal gip Simonetta D’Alessandro del tribunale di Roma su richiesta della Direzione distrettuale antimafia.

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Mafia: cosa resta della Cosa Nostra agrigentina

La maxi operazione della Dda di Palermo ha smembrato i 16 mandamenti di Santa Elisabetta e Sciacca

Libero Grassi: il film tv sull'imprenditore che sfidò la mafia

Da domenica 14 gennaio il progetto "Liberi sognatori", su quattro figure emblematiche della cronaca italiana. Il protagonista di Libero Grassi è Giorgio Tirabassi

Come funziona il racket dell'elemosina della mafia nigeriana

Sfrutta necessità di individui indebitati con l'organizzazione criminale che è in contatto con i gruppi che in Nigeria gestiscono il traffico di persone

Mafia: chi sono le donne di Cosa Nostra

Come agiscono e qual è il loro ruolo nei mandamenti di Palermo. L'intervista al colonnello Antonio Di Stasio

Giovanni Legnini e la lotta alla mafia

Commenti