'Ndrangheta: da Reggio Calabria a New York fino al Costa Rica

Smantellata operazione di narcotraffico legata a Gregorio Gigliotti. La droga veniva nascosta in carichi di frutta tropicale

polizia-internet

– Credits: Ansa

Redazione

-

La ‘nduja connection sbarca in Costa Rica. Associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti, la ‘ndrangheta conferma la sua leadership di organizzazione globale del narcotraffico. È in corso in queste ore una vasta operazione della Polizia di Stato nei confronti di un’organizzazione ritenuta legata alla ‘ndrangheta ionico-reggina gestita da Gregorio Gigliotti.

Lui, calabrese incensurato finito in manette lo scorso maggio, dal suo ristorante “Cucino a Modo Mio” nel Queens a New York, ha tessuto una ragnatela di rapporti che andava dai Genovese, una delle cinque storiche famiglie di Cosa nostra newyorkese, agli Alvaro, la potente cosca reggina, fino ai narcos del Costa Rica organizzando trasporti di tonnellate di droga nascosti in carichi di frutta tropicale.
 
A un anno da quel 12 ottobre, giorno dell’orgoglio italo-americano, quando in un porto degli Stati Uniti fu intercettato il primo carico di cocaina proveniente dal Centro-America, le indagini, condotte dal Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato, dalla Squadra Mobile di Reggio Calabria, in collaborazione con il Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia, hanno permesso ora di eseguire 7 provvedimenti restrittivi che si aggiungono ai 13 dello scorso maggio.

© Riproduzione Riservata

Commenti