Mozzarelle senza latte, sequestrato un caseificio

I Nas hanno scoperto una produzione di latticini a base di cagliata con l'aggiunta di prodotti scaduti e additivi chimici. Il video

Caseificio produceva mozzarelle senza uso latte, sequestrato

Il fermo immagine di un video diffuso il 22 gennaio 2015 mostra un momento dell'operazione al termine della quale i carabinieri dei Nas di Salerno hanno sequestrato un caseificio di Serre (Salerno) che produceva mozzarelle senza approvvigionarsi di latte. ANSA

Redazione

-

Avete presente le contraffazioni alimentari? Beh, qui siamo oltre. A Serre (Salerno), i carabinieri dei Nas hanno sequestrato un caseificio che produceva mozzarelle senza approvvigionarsi di latte. Nell'operazione sono stati sequestrati anche 700 chili di prodotti caseari non tracciati e di prodotti in corso di lavorazione.

 


Nel caseificio i militari hanno trovato ingenti quantitativi di cagliata proveniente dall'est Europa e vari tipi di prodotti caseari provenienti da altri caseifici e dalla grande distribuzione alimentare. Alcuni di questi prodotti erano scaduti e altri rovinati. Secondo gli investigatori, vista l'assenza di latte da utilizzare come materia prima nel caseificio si produceva mozzarella mescolando alla cagliata i latticini ritirati dal mercato, aggiungendo prodotti chimici (come acido citrico e ipoclorito di sodio, anch'essi trovati dai carabinieri nel caseificio) per rendere le mozzarelle artificiosamente più presentabili e gustose.

Sempre secondo i carabinieri l'affumicatura di alcuni prodotti avveniva utilizzando il retro di un furgone in disuso nel quale venivano sistemati gli alimenti e poi convogliati i fumi prodotti in fusti metallici bruciando cartone stampato e altro materiale di rifiuto. Il titolare del caseificio è stato denunciato alla magistratura per detenzione di prodotti alimentari in cattivo stato di conservazione e destinati alla frode commerciale in quanto preparati con ingredienti non più genuini e provenienti da attività produttive altrui. All'imprenditore si contestano anche i reati ambientali relativi allo smaltimento dei rifiuti e all'attività di affumicatura degli alimenti. 

© Riproduzione Riservata

Commenti