Redazione

-

Situazione critica a causa del maltempo in Molise. Nevica ormai da più di 24 ore senza sosta sulle località di montagna, al di sopra dei mille metri. Le precipitazioni più abbondanti in provincia di Isernia: a Capracotta, la località divenuta famosa in tutto il mondo per le nevicate record dello scorso anno, stamattina la coltre bianca ha superato il metro di altezza e il sindaco ha deciso la chiusura delle scuole. Sulle strade della zona sono al lavoro i mezzi spartineve.

Gravi i disagi al traffico ferroviario: i treni della linea Adriatica viaggiano su un solo binario. E anche sulle strade la circolazione è difficoltosa, è stata chiusa la statale 650 in provincia di Chieti.

Dalle colline dell'entroterra e fino al mare piogge abbondanti ovunque. A Campobasso la neve ha fatto una breve comparsa nella serata di ieri, poi è tornata a cadere la pioggia. Problemi anche sulla costa. A Montenero di Bisaccia il sindaco ha deciso per oggi la chiusura delle scuole a causa dell'impraticabilità di alcune strade provinciali e comunali per la presenza di fango e detriti sulle carreggiate. Numerosi gli interventi in nottata dei Vigili del fuoco, impegnati senza sosta in soccorsi in varie zone di Termoli, Petacciato, Montenero e Campomarino.

La situazione più grave è stata registrata a Termoli, nella località Rio-Vivo Marinelle ed in contrada Sinarca, dove è dovuto intervenire il reparto anfibio dei Vigili del fuoco di Campobasso con i gommoni. Questi hanno raggiunto diverse famiglie rimaste bloccate nelle case invase dall'acqua. Stessa situazione nel Sinarca dove è stato allagato un canile. I pompieri, grazie al natante, hanno raggiunto la zona e tratto in salvo gli animali. Diverse anche le persone costrette a restare in auto per gli allagamenti e raggiunte sempre dai Vigili.


© Riproduzione Riservata

Commenti