Rita Fenini

-

In 7 giorni, la pesante ondata di maltempo che ha sferzato la nostra Penisola da nord a sud ha provocato ben 30 vittime: 9 i morti ( tra cui due bimbi piccoli e un adolescente) solo a Casteldaccia, in provincia di Palermo, dove due famiglie sono rimaste intrappolate senza scampo dentro una villetta - purtroppo abusiva - travolta in pieno dall'acqua e dal fango del fiume Milicia, ingrossato dalle piogge

Tragica la situazione anche nel Bellunese, con paesi completamente isolati, centinaia di alberi abbattuti, piogge incessanti, venti a 180 km/h e smottamenti i tutto il territorio: il Direttore del Dipartimento della Protezione Civile Nazionale, Angelo Borrelli, ha parlato di quadro "apocalittico" e "danni inimmaginabili".

Anche il Trentino Alto Adige e il Friuli stanno facendo la conta dei danni: Ovaro, Paluzza e Tolmezzo, in Carnia, le zone più colpite dalla tremenda ondata di maltempo.

E proprio in queste ore, anche per un sopralluogo sulla strada regionale 355 e sulla statale 52 Carnica, è atteso in Friuli il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti Danilo Toninelli

Piogge incessanti e venti forti hanno colpito anche la Liguria, soprattutto nella zona fra Rapallo e Portofino, bersagliata da una violentissima mareggiata: completamente distrutti decine di superyacht, motoscafi e barche a vela e devastate centinaia di chilometri di litorale.

A Roma, dove il Tevere è un "sorvegliato speciale" e dove sono caduti diversi alberi sulle auto in sosta, in queste ore è crollato un muro di tufo al Pincio

Per i prossimi giorni, su tutto il Paese sono attese altre giornate di instabilità, con attenzione anche su Milano







© Riproduzione Riservata

Commenti