Italiani intolleranti? Rom e musulmani i meno amati

Secondo un sondaggio del Pew Research Center, l'Italia al primo posto nella visione negativa di Rom e cittadini di fede islamica

Nella foto musulmani in preghiera durante il ramadan – Credits: Getty Images

Eleonora Lorusso

-

Italiani, brava gente. Ma forse anche intollerante, soprattutto nei confronti dei musulmani e dei rom. A pochi giorni dall'ultimo episodio denunciato di un presunto tentativo di sequestro di un bambino da parte di una cittadina rom, in Lombardia, ecco che un sondaggio sembrerebbe confermare la poca tolleranza che i cittadini del Belpaese hanno nei confronti degli "zingari".

Secondo la ricerca , condotta dal Pew Research Center in sette Paesi europei a maggio, l'Italia è al primo posto per quanto riguarda la considerazione nei confronti proprio di rom, con una percentuale di visione negativa verso di loro addirittura dell'85%. Non va meglio se si prendono in considerazione i cittadini di fede islamica. I risultati sono comunque in linea con quelli degli Stati europei dove sono state condotte le interviste, ovvero Gran Bretagna, Polonia, Germania, Francia, Spagna e Grecia.

Proprio ad Atene e dintorni pare che invece non sia visti di buon occhio gli ebrei, con una percentuale che sfiora la metà degli abitanti della Grecia. In questo caso l'Italia risulta molto più indietro in classifica, con "solo" il 24% di connazionali che ha un'opinione negativa, dietro alla Polonia (26%). Chi invece ha modificato la propria opinione e ha migliorato evidentemente i propri rapporti con la popolazione ebrea sono i tedeschi: secondo il sondaggio coloro che in Germania hanno un'opinione negativa sono passati in vent'anni dal 24% al 5%, dunque un dato persino inferiore a quello registrato in Francia e Gran Bretagna, rispettivamente al 10% e al 7%.

Tornando ai musulmani, il 63% degli italiani non ne avrebbe una buona opinione, così come il 50% circa della popolazione greca, spagnola e polacca. In Francia e Gran Bretagna, invece, i dati sono molto differenti: i "cugini" transalpini, che hanno una popolazione musulmana molto maggiore rispetto a quella italiana, hanno espresso un parere positivo nei suoi confronti nel 72% dei casi. Va detto che, sia in questo caso che nel caso dell'opinione sugli ebrei, a esprimere parere negativo sono soprattutto persone che si dichiarano elettori di centro-destra. Quanto ai musulmani, poi, pesa il fattore età: coloro che sostengono di avere un giudizio non positivo sono per lo più gli over 50.

Infine, per quanto riguarda i rom, se in Italia - come detto - l'85% ha un parere negativo, in tutta Europa la maggioranza della popolazione sembra avere idea simile, pur con variazioni percentuali. In Francia, ad esempio, il 66% dei cittadini esprime un'opinione sfavorevole, mentre in Gran Bretagna, Grecia e Polonia la popolazione si divide nettamente a metà. Solo Spagna e Germania si collocano in fondo alla classifica, con il 40% di coloro che si dicono poco tolleranti nei confronti dei rom.

© Riproduzione Riservata

Commenti