Redazione

-

(live blogging)

Il punto: Incidente in Pennsylvania lungo la Interstate 380, dove un camion si è scontrato con un autobus che trasportava turisti italiani e che era diretto verso le cascate del Niagara e poi in Canada. Il bilancio è di tre morti e 14 feriti di cui 4 gravi. Lo riporta l'Associated Press citando il medico legale di Monroe, Robert Allen. Diverse persone sono state ricoverate negli ospedali più vicini al luogo dell'incidente.

4 giugno 2015

12.32 - Dopo lo schianto i feriti sono stati ricoverati in tre ospedali. Otto, riferisce ancora il tour operator Alpitour (che controlla il tour operator Viaggidea, organizzatore del tour coinvolto nello schianto), sono stati trasferiti al Pocono Medical Center, due al Gensinger di Wilkes-Barre, mentre quattro sono stati trasferiti al Leigh Hospital di Allentown.
Dopo le prime cure e i primi accertamenti otto persone sono state dimesse e immediatamente trasferite in un albergo. Il personale locale della Viaggidea si è immediatamente recato sul luogo dell'incidente per fornire la massima assistenza. Viaggidea è in costante contatto con le autorità sanitarie e con il Consolato italiano negli Stati Uniti per avere aggiornamenti sulle condizioni dei feriti e i tempi di dimissione. Viaggidea ha costituito una Unità di Crisi a Milano in continuo contatto con il team di assistenza a New York. "Viaggidea e l'intero Gruppo Alpitour - si legge nel comunicato - sono costernati, sconvolti e profondamente colpiti dall'incredibile fatalità che ha coinvolto i propri clienti nonché l'autista e la guida. Desiderano esprimere la loro più sentita vicinanza ai parenti per la perdita dei loro cari e manifestano la massima solidarietà verso tutti i clienti coinvolti nell'incidente".

12.12 - Tra le vittime un farmacista di Vicenza in viaggio di nozze, Marco Fornasetti, 29 anni, che si trovava in viaggio di nozze con la moglie Elena.

"Marco non c'è piu'": è quanto ha detto la moglie Elena in una telefonata a casa dei genitori del marito, dove vive anche l'anziana nonna, gettandoli nella disperazione. I due si erano sposati sabato 30 maggio ed erano poi partiti per il viaggio di nozze verso gli Stati Uniti. Da New York ieri avevano deciso di fare tappa alle cascate del Niagara, meta tra le più ambite per i neo sposi. "Il Signore doveva prendere me che sono anziana", ha detto la nonna di Marco, Iole, tra le lacrime disperate. "Un ragazzo fuori dal comune, bravissimo", è il ricordo commosso della titolare della farmacia dove il giovane lavorava, in centro a Vicenza. Anche la moglie è farmacista ma lavora in un'altra farmacia cittadina. I due sposi si conoscevano da anni e pare si siano laureati lo stesso giorno.

11.56 - L'altra vittima italiana è originaria di Brescia. Si chiama Rino Guerra, pensionato 70enne di Rivoltella di Desenzano, una delle tre vittime dell'incidente negli Usa tra un pullman di turisti e un tir. Nell'incidente e' rimasta ferita gravemente anche la compagna del pensionato, Maria Calza, anche lei bresciana. La Prefettura di Brescia sta tentando di mettersi in contatto con i figli dell'uomo.

5.47 - È stato identificato l'autista deceduto alla guida dell'autobus. Si tratta - ha fatto sapere la polizia - di Alfredo Telemaco, di New York, morto sul colpo insieme ad altri due passeggeri di cui ancora non si conosce l'identità. L'incidente - è stato precisato - è avvenuto nella regione delle montagne Pocono, nell'est della Pennsylvania, quando l'autobus aveva già percorso circa un quarto del viaggio verso le cascate. All'arrivo della polizia, il muso straziato dell'autobus era dritto sull'autostrada ma incastrato nel fianco del Tir spezzato a metà. La cabina del camion era finita di lato, nella vegetazione che costeggia la strada, con uno degli assi staccati. Il Tir che procedeva verso sud - ha riferito la polizia che indaga sulle cause della tragica catena di eventi - ha invaso la corsia opposta, si è scontrato con un altro Tir e poi è stato preso in pieno dall'autobus. 

Il tour operator italiano Viaggidea ha riferito che a bordo dell'autobus si trovavano 16 persone: 14 passeggeri, una guida e l'autista. La società proprietaria del mezzo, la Academy Bus ha confermato che l'autista aveva un'esperienza decennale presso
l'azienda. L' autista del Tir, originario dell' Oklahoma, non avrebbe riportato che lesioni superficiali.

--------------------------

3 giugno 2015

19:43 - Secondo i media locali, il pullman che si stava dirigendo verso le cascate del Niagara e poi in Canada, è della società Academy Charter che organizza tour negli Stati Uniti. Dalle prime indicazioni, è emerso che il tir avrebbe oltrepassato la linea dello spartitraffico e si sarebbe schiantato frontalmente con i pullman che procedeva in direzione opposta. Diverse persone sono rimaste bloccate per almeno due ore tra le lamiere, prima di essere trasportate in ospedale con numerosi elicotteri e ambulanze. Due sarebbero in condizioni critiche, altri "privi di conoscenza" come riportano media locali.

Dalle immagini si vede il bus ancora in piedi e nella direzione di marcia, ma con la parte frontale completamente distrutta. Davanti un rimorchio che sembra avergli tagliato improvvisamente la strada. I testimoni raccontano di urla e grida provenire dal bus subito l'incidente. I soccorsi sarebbero arrivati tempestivamente.

19:30 - L'incidente è avvenuto a 120 chilometri da New York, sulla Interstate 380 nella contea di Monroe (Pennsylvania). La società del bus è la Academy Bus e il tour sarebbe stato organizzato da "Viaggidea", un tour operator italiano che organizza viaggi da New York alle cascate del Niagara e in Canada.

Secondo quanto riferisce un'affiliata locale della Nbc news, in un aeroporto regionale vicino al luogo dell'incidente, Mount Pocono Regional Airport, le normali operazioni di volo sono state sospese, per permettere eventuali arrivi e partenze di aerei per il trasporto di feriti.

© Riproduzione Riservata

Commenti