Cronaca

Il Vescovo di Mazara del Vallo in bilico tra truffe e veleni

Su Panorama in edicola da giovedì 6 aprile, i retroscena dell'inchiesta su Monsignor Mogavero

mogavero

Monsignor Mogavero, vescovo di Mazara del Vallo – Credits: Ansa

Il nuovo numero di Panorama, in edicola da giovedì 6 aprile, racconta tutti i retroscena dell’inchiesta che coinvolge il vescovo di Mazara del Vallo Domenico Mogavero, dopo la scoperta di un buco da 6 milioni di euro nei conti della diocesi siciliana, riconducibile a mutui per la costruzione di nuove chiese, debiti con le banche, spese per opere d’arte, consulenze, collaborazioni, prestiti personali.

Dietro il dissesto finanziario emerge una fitta rete di amicizie e rapporti sulla quale, oltre alla procura di Marsala, vuole fare chiarezza il Vaticano. Come ricostruisce Panorama, nella gestione della diocesi di monsignor Mogavero si delinea la situazione di disagio e critiche dei religiosi locali – con dimissioni e accuse incrociate. Così un sacerdote denuncia "le profonde lacerazioni" e "l’assenza di criteri ecclesiali trasparenti e condivisi" e chiede al vescovo "di rimettere il mandato episcopale" per favorire "un cammino di riconciliazione e di pace".

- LEGGI ANCHE: Mogavero, l'inchiesta di Panorama
- LEGGI ANCHE: La lettera di risposta del Monsignore
- LEGGI ANCHE: Le nuove indagini

© Riproduzione Riservata

Commenti