Il funerale di Fabrizia, l'italiana uccisa a Berlino - FOTO

La città di Sulmona si stringe intorno alla famiglia della giovane. Presenti il Presidente Mattarella e il Ministro Minniti

Redazione

-

Sulmona saluta Fabrizia Di Lorenzo, la trentunenne uccisa nell'attentato di Berlino, con i funerali che hanno chiamato a raccolta tutta la città intorno al dolore della famiglia. 

- LEGGI ANCHE: Chi era Fabrizia
- LEGGI ANCHE: La cronaca dell'attentato di Berlino
- LEGGI ANCHE: Tutte le vittime

Il Duomo della cittadina in provincia de L'Aquila è stato sotto assedio dalle prima ore del mattino. Il rito funebre è stato officiato dal vescovo di Sulmona, Angelo Spina ed erano presenti il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il Ministro dell'Interno Marco Minniti. Applausi al loro arrivo, la gente di Sulmona ha apprezzato la loro presenza.

"Fabrizia Di Lorenzo come un angelo con le ali aperte" ha detto il vescovo durante l'omelia. "Lei che amava la vita con tanti ideali e molti valori, ha dovuto lasciare questa terra che non riesce a dare speranza a questi giovani per il lavoro... Di fronte al mistero della morte la nostra ragione si ferma - ha proseguito - Dona conforto ai tuoi genitori, guarda i giovani e questa nostra terra. Prega per loro e fa loro capire quando è prezioso il dono della vita perchè tutti diventino ambasciatori di pace".

All'uscita dalla chiesa un lungo applauso ha accolto il feretro: dietro la bara i genitori, poco dopo il Capo dello Stato Mattarella. La salma è  stata trasportata nel cimitero di Sulmona per la tumulazione con cerimonia privata.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Berlino, chi sono le vittime della strage

Manca ancora il riconoscimento ufficiale di due delle 12 vittime. Oltre all'italiana Fabrizia di Lorenzo, ci sono 6 cittadini tedeschi, una ceca e un'israeliana

Trasferiti i poliziotti che avevano ucciso il killer di Berlino

A dicembre avevano fermato e colpito a morte il terrorista Anis Amri. Ora, per premio, il trasferimento lontano dalla questura di Sesto San Giovanni, Milano

L'attentatore di Berlino ucciso alle porte di Milano

Anis Amri è stato fermato a Sesto San Giovanni. Dopo aver aperto il fuoco, è stato ucciso da un agente con pochi mesi di servizio. Lo scoop di Panorama.it

Chi era Anis Amri, l'attentatore di Berlino ucciso a Milano - FOTO e VIDEO

Arrivato a Lampedusa nel 2011, si è radicalizzato in carcere. Sostenitore dell'ISIS è stato ucciso da un poliziotto a Sesto San Giovanni. Lo scoop di Panorama.it

Anis Amri non aveva complici a Milano

Le indagini per ora confermano le caratteristiche di "lupo solitario" del presunto attentatore di Berlino

Commenti