I cinque giudici che decideranno su Berlusconi

Nessuno di loro, secondo Libero, è noto per simpatie di sinistra. Tutti i processi del Cav

La sede della Corte di Cassazione – Credits: Ansa

Apparterrebbero tutti all'area moderata, secondo Libero, il quotidiano direttore da Maurizio Belpietro, i cinque giudici della Corte di Cassazione che sono chiamati a esprimersi sull'imputato Silvio Berlusconi,  accusato di frode fiscale nell'ambito del processo sulla compravendita dei diritti tv e condannato in appello a 4 anni di reclusione (3 condonati) e 5 anni d’interdizione dai pubblici uffici.

Scelti da Giorgio Santacroce, primo presidente della Corte di Cassazione, i giudici  (pescati dalle diverse sezioni penali) sono Amedeo Franco,  consigliere della terza sezione penale, designato come giudice relatore, colui che nel 2012 condannò Totò Cuffaro riconoscemdogli poi di «aver accettato il verdetto con rispetto» dando «una lezione per tutti, in tempi così burrascosi intorno alla giustizia»;   Claudio D’Isa (proviene dalla quarta sezione penale), Ercole Aprile (sesta penale) e Giuseppe De Marzo (pescato invece dal civile). La pubblica accusa - scrive Libero - è affidata al 58enne sassarese sostituto procuratore, Antonello Mura, autore di un saggio, scritto a quattro mani con l’ex presidente dell’Anm Antonio Patrono, sulle «distorsioni della giustizia italiana messa a confronto con quella degli Usa».  Nessuno dei cinque ermellini - scrive il quotidiano - è noto per simpatie di sinistra.

Continua a leggere su Libero

© Riproduzione Riservata

Commenti