Cronaca

Giornata della colletta alimentare: perché donare

Più di 135 mila volontari della Fondazione Banco Alimentare in 11 mila supermercati inviteranno i clienti a donare alimenti a lunga conservazione

colletta-alimentare

Sabato 29 novembre in tutta Italia è la diciottesima Giornata nazionale della colletta alimentare.

Più di 135 mila volontari della Fondazione Banco Alimentare Onlus, in oltre 11 mila supermercati, inviteranno la clientela a donare alimenti a lunga conservazione. Questi verranno poi distribuiti a 8.898 strutture caritative (mense per i poveri, comunità per minori, banchi di solidarietà, centri d’accoglienza, ecc.) che aiutano quasi 2 milioni di persone povere.
 
L'iniziativa risponde a un'esigenza molto forte ormai nel nostro paese. Un italiano su dieci soffre di povertà alimentare, negli ultimi 7 anni, secondo la Fondazione Banco Alimentare, la povertà è quasi triplicata: da 2,4 milioni di indigenti nel 2007 a 6 milioni nel 2013. Costoro sono incapaci di sostenere la spesa minima per alimentazione, casa e vestiti.

Per questa ragione la Fondazione Banco Alimentare rinnova l’invito a partecipare alla Giornata della colletta alimentare. Le donazioni di alimenti ricevute in quel giorno andranno a integrare quanto il Banco Alimentare recupera grazie alla sua attività quotidiana combattendo lo spreco di cibo: oltre 62 mila tonnellate distribuite l’anno scorso.
 
La giornata, che ha l’alto patronato della presidenza della Repubblica e il patrocinio di Expo Milano 2015, é resa possibile grazie alla collaborazione dell’Esercito italiano e alla partecipazione di decine di migliaia di volontari aderenti all’Associazione nazionale alpini, alla Società S. Vincenzo De Paoli, alla Compagnia delle Opere Sociali e ai distretti italiani del Rotary club international.

© Riproduzione Riservata

Commenti