Cronaca

Pozzuoli: 18 anni per aver dato fuoco alla compagna

L'uomo è stato condannato anche a pagare 325 mila euro alla donna e alla figlia nata prematuramente

D‡ fuoco a compagna incinta: sta bene la bimba prematura

È stato condannato a 18 anni di carcere e a pagare 325 mila euro di danni Paolo Pietropaolo, l'uomo che nel febbraio 2016 aveva dato fuoco alla ex compagna Carla Ilenia Caiazzo, che all'epoca era incinta.

La testimonianza della donna, 38 anni, ricoverata al Cardarelli di Napoli con ustioni su gran parte del corpo, era stata fin da subito decisa per aiutare gli inquirenti nella ricostruzione di tragica notte in cui, nonostante le gravi condizioni sul 40% del corpo, grazie ad un taglio cesareo ha dato alla luce la piccola Giulia Pia, dopo 34 settimane di gestazione.

L'episodio drammatico si era verificato davanti all'abitazione dei due che si trova in un parco residenziale di Pozzuoli.

L'uomo dopo aver dato fuoco alla compagna, era salito a bordo dell'auto di famiglia ed era fuggito mentre le fiamme divampavano sul corpo della donna incinta. A soccorrerla era stato un vicino di casa che aveva spento le fiamme e chiamato il 118. 

- LEGGI ANCHE: violenza sulle donne, una piaga sociale

Ora il tribunale ha stabilito che Pietropaolo, 40 anni e con precedenti per reati di droga, oltre a 18 di carcere dovrà anche risarcire le sue vittime: 250mila alla ex compagna e 50mila alla bimba nata prematuramente subito dopo l'aggressione. Altri 25mila euro li dovrà versare all'Associazione "La Forza delle donne" che si e' costituita parte civile. Inoltre all'imputato, condannato all'interdizione perpetua ai pubblici uffici, sarà sospesa la potestà genitoriale

© Riproduzione Riservata

Commenti