Firenze: il compagno di Irene Focardi arrestato per il delitto

Sarebbe lui il colpevole dell'omicidio della donna sparita il 3 febbraio scorso e ritrovata in un sacco nero

Irene Focardi

Marina Jonna

-

Il compagno di Irene Focardi, l'ex modella fiorentina scomparsa il 3 febbraio e ritrovata morta martedì, è stato fermato con l'accusa di omicidio. Il corpo della donna era nascosto in un sacco nero in un fosso vicino all'abitazione dell'uomo, che si trovava già agli arresti domiciliari per maltrattamenti nei confronti della modella.

I fatti

Il 3 febbraio Irene Focardi scompare. L'ultima ad averla vista è la mamma, con cui viveva: aveva solo 50 euro in tasca e nient'altro, borsa o valigia, che potessero far presupporre ad un allontanamento. Era già successo altre volte, come confermato dalla madre alla polizia, ma era sempre tornata nel giro massimo di 15 giorni.

Proprio la sera del 3 febbraio c'era stata una forte litigata con l'ex convivente. I vicini sentirono le urla. Sembra che la coppia avesse problemi di alcolismo. Il 9 febbraio doveva testimoniare a un processo, in cui era parte civile. Ma non si è presentata.
Ultimo avvistamento, il 13 febbraio: un testimone dichiara di averla vista presso la Coop delle Piagge. Il pm Filippo Focardi apre un fascicolo sulla vicenda.

L'ex convivente indagato

L'ex convivente era un uomo violento: il 7 marzo del 2014 venne arrestato per maltrattementi inflitti proprio alla sua compagna, Irene Focardi. Gli episodi, ripetuti, erano avvenuti tra il 2013 e il 2014.

L'uomo aveva subito una condanna a 3 anni e 9 mesi per i maltrattamenti(posizione aggravata anche dalla resistenza ai carabinieri durante un intervento).

Sta scontando la pena agli arresti domiciliari: non è mai evaso, nè ha mai avuto, a quanto risulta, comportamenti anomali rispetto alla misura restrittiva in cui si trova.

La perquisizione a casa dell'ex compagno

Sopralluogo della polizia scientifica nella casa dell'ex compagno di Irene Focardi.
Il quartiere è lo stesso dove si trovano l'abitazione della donna e la casa del suo ex, attualmente agli arresti domiciliari.
In seguito alla scomparsa di Irene, l'uomo era finito nel registro degli indagati.

Nelle dichiarazioni rilasciate ai giornalisti nei giorni scorsi, l'uomo aveva detto di essere estraneo alla scomparsa di Irene con cui, comunque, continuavai, nonostante la condanna, continuava a vedersi e a cui voleva bene.
Ha anche rivolto un appello attraverso Chi l'ha visto perche' Irene tornasse.

© Riproduzione Riservata

Commenti