Cronaca

Fabriano, insulti e schiaffi in un una scuola materna

Il calvario di una ventina di alunni tra i 3 e 5 anni costretti dalla maestra a subire umiliazioni, castighi e minacce

Nadia Francalacci

-

'Imbecille'', ''stronzo'', ''disgraziato'', ''topolino che fa la cacca...''. E poi, rimproveri continui, schiaffi, insulti. È quello che hanno dovuto sopportare per mesi un gruppo di bambini fra i 3 i 5 anni, iscritti ad una classe mista della scuola materna pubblica di 'Anna Malfaiera', di Fabriano.

A gridare ai piccoli alunni i peggiori degli insulti la loro insegnante, quella che doveva essere la loro “educatrice” che, ancora una volta, si è rivelata essere il loro incubo. L’insegnante di 50 anni, incastrata dalle telecamere posizionate dalla Polizia, è stata denunciata per maltrattamenti fisici e psicologici e sospesa dal lavoro.

Incubi notturni

L'indagine è partita dalla segnalazione di una mamma, preoccupata perché il figlio non voleva più andare a scuola. La donna si è rivolta al Commissariato e, seguendo i consigli della polizia, ha cominciato ad osservare con maggiore attenzione i comportamenti del bambino. Il piccolo si svegliava di notte rimproverando il proprio animaletto di peluche con frasi del tipo ''Non lo fare più, hai capito?'', ''Non te lo dico più! In castigo subito!''.

Gli agenti hanno interpellato anche altri genitori, e si è scoperto anche altri bambini, della stessa classe, si svegliavano di notte urlando spaventati.

Il castigo e le minacce

Oltre agli insulti i bambini venivano anche strattonati, schiaffeggiati e costretti all’ ''angolo buio'', ovvero un angolo della classe dove i bambini che la maestra considerava più ''cattivi'', venivano costretti a sedersi a forza di spintoni, mentre piangevano a dirotto. Bambini che, inoltre, venivano minacciati di gravi conseguenze se avessero raccontato ai genitori delle offese e delle botte ricevute a scuola.

C'era anche questo nella giornata dei bambini della scuola materna 'Malfaiera' di Fabriano affidati all'insegnante 50enne.
Storie agghiaccianti che incredibilmente si ripetono con una velocità inquietante. Solo pochi mesi fa, ad agosto un altro caso all’asilo Bicocca di Milano. Dall’inizio dell’anno 7 casi di insegnati che maltrattano i propri alunni, con insulti e schiaffi, all’interno delle scuole materne italiane. Ecco i casi più eclatanti.

© Riproduzione Riservata

Commenti