Cronaca

F35: il primo volo inaugurale

L'aereo assemblato in Italia ha compiuto il primo volo sopra la base di Cameri. A fine anno sarà consegnato il primo velivolo

F35

Un F-35 in volo – Credits: ANSA / US

Battesimo dell'aria per il primo F35 assemblato in Italia. Il caccia, che sostituirà Tornado, Amx e Av8B Harrier, ha compiuto un volo - il primo in assoluto del velivolo fuori degli Stati Uniti - di un'ora e 22 minuti sopra la base di Cameri, in cui viene assemblato.

Un "traguardo straordinario" secondo Lorraine Martin, general  manager del programma che prevede l'acquisizione da parte  dell'Italia di novanta esemplari del super-caccia. Per Bill 'Gigs' Gigliotti, il test pilot di Lockheed Martin, nessun problema. "L'aereo ha eseguito il test in maniera eccellente, senza alcun imprevisto. Sono onorato - dice - di  aver effettuato il volo inaugurale" del jet. "Un aereo fantastico".

 

Il volo

Il primo F-35 Lightning II italiano, noto come AL-1 e assemblato nello stabilimento FACO - Final Assembly and Check Out - di Cameri, è decollato alle 13:05, ora locale, per un volo di prova di 1,22 ore.
 
La FACO di Cameri è di proprietà del Governo italiano ed è gestita da Finmeccanica-Alenia Aermacchi in collaborazione con Lockheed Martin. Le attività produttive per l’F-35 presso la FACO sono iniziate a luglio 2013 e a marzo è avvenuto il roll-out del primo F-35 per l’Italia, l’AL-1. La consegna del primo F-35A all'Italia è prevista a Cameri entro la fine dell’anno. Lo stabilimento di Cameri assemblerà per l'Italia sia gli F-35A a decollo e atterraggio convenzionale sia gli F-35B a decollo breve e atterraggio verticale ed è previsto che assembli anche gli aerei per la Royal Netherlands Air Force. Gli F-35A e B sostituiranno gli AV-8 Harrier, i Tornado Panavia e gli AMX in dotazione all'Aeronautica e alla Marina italiane.

Le caratteristiche

Il velivolo “F-35 Lightning II”, un caccia di quinta generazione, combina la più avanzata tecnologia stealth a bassa osservabilità con la velocità e l’agilità di manovra tipiche dei caccia, la sensor fusion per l'acquisizione e la gestione più efficiente delle informazioni, capacità operative di rete e avanzate funzioni di supporto. Più di 130 velivoli F-35 sono stati consegnati ai clienti del programma e sono state effettuate più di 38.700 ore di volo da parte dell’intera flotta.

Dei novanta esemplari previsti, 75 sono per l'Aeronautica mentre gli altri 15 sono per la Marina. Le attività prevedono  anche l'assemblaggio degli aerei per la Royal Netherlands Air Force, nonchè la produzione dei cassoni alari completi per la  flotta. "Le mie più sentite congratulazioni a tutti coloro che hanno lavorato instancabilmente per farci raggiungere questo traguardo  fondamentale per il programma internazionale", aggiunge Lorraine Martin. Il volo di oggi costituisce infatti "una tappa  fondamentale - aggiunge Lockheed Martin in una nota - per l'Italia e per la partnership produttiva con Finmeccanica-Alenia  Aermacchi".

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti