E' stato recuperato questa mattina il registratore di volo (la cosiddetta "scatola nera") dell'elicottero del 118 caduto ieri nell'aquilano a Campo Felice vicino l'Aquila. Lo strumento si presenta in buone condizioni ed è stato ritrovato durante il sopralluogo operativo effettuato al relitto da un investigatore dell'Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo

A bordo del velivolo c'erano 6 persone, tutte morte, tra cui lo sciatore romano recuperato sulle piste per un incidente: Ettore Palanca, maitre dell'Hotel Cavalieri di Roma. L'elicottero era un normale mezzo di soccorso non impegnato in operazioni straordinarie come l'emergenza terremoto o valanghe, tantomeno per l'Hotel Rigopiano.

Tra le vittime ci sono Walter Bucci, 57 anni, medico rianimatore del 118, Davide De Carolis, Giuseppe Serpetti, Mario Matrella, Gianmarco Zavoli.

Dopo aver trovato molti ostacoli dovuti alla fitta nebbia, le squadre di soccorso sono riuscite a identificare il velivolo e hanno comunicato la presenza di vittime.

L'incidente è avvenuto in una zona fortemente innevata e montuosa a circa 1.600 metri di quota in corrispondenza del km 14 della strada statale 696. Sul posto ci sono autopattuglie della Polizia, dei Carabinieri, numerosi mezzi dell'esercito tra cui anche un "bruco", autoambulanze, mezzi dell'Anas che contribuiscono a tenere la strada pulita.

I maestri di sci di Campo Felice e Ovindoli si sono attivati subito e "si sono messi a disposizione dei soccorritori - come ha riferito il presidente del collegio regionale Abruzzo maestri di sci, Francesco Di Donato, anche sindaco di Roccaraso - con ogni mezzo e con le pelli di foca. La zona è impervia e ci sono alti cumuli di neve". L'Agenzia nazionale per la sicurezza del volo ha aperto un'inchiesta, così come la magistratura.


© Riproduzione Riservata

Commenti