Scontro tra i tornado: trovati tre corpi

I due velivoli dell'Aeronautica Militare si sono toccati durante un'esercitazione. "Non ci sono superstiti" - Gli aggiornamenti  - Il Tornado: scheda  - I precedenti  - La tragedia di Ramstein

I quattro avieri morti nell'incidente ad Ascoli – Credits: Ansa

Andrea Soglio

-

Un incendio, preceduto da un forte boato, è stato segnalato sulle colline nei pressi di Ascoli Piceno, tra le località di Olibra e Venarotta. Sono coinvolti due Tornado dell'Aeronautica Militare. I due jet del 6 Stormo della base militare di Ghedi stavano svolgendo un addestramento e si sono scontrati in volo. Sul luogo stanno operando senza sosta i vigili del fuoco, carabinieri e la Protezione Civile. Un paracadute di colore arancione sarebbe stato localizzato a Casamurana, una località vicina al luogo in cui sono precipitati i due Tornado.

E' di pochi minuti fa la notizia del ritrovamento dei corpi di tre dei 4 militari (due piloti e due navigatori) che risultavano dispersi. Uno di questi, purtroppo senza vita, era ancora bloccato all'interno della fusoliera. L'altro, anche questo senza vita è dell'unica donna, il cap. Mariangela Valentini, uno dei due piloti (guarda la sua intervista qui ). "Non ci sono superstiti", hanno comunque confermato poco fa le autorità.

Alcuni testimoni raccontano di avere visto i due velivoli toccarsi in volo, uno dei dei due ha preso fuoco ed entrambi sono precipitati al suolo. Nella zona ci sono vari focolai d'incendio, alcuni vicino alle abitazioni della frazione di Casa Murana che però non sono state coinvolte. Non ci sarebbero quindi feriti tra i civili.

Sulla zona in fiamme in cui i due velivoli sono precipitati sono accorse squadre dei vigili del fuoco boschive di tutta la zona. Poco fa il sindaco di Ascoli Piceno ha invece dichiarato che "in Questura non sono arrivate richieste di aiuto da parte di civili. i due apparecchi avevano da poco sorvolato la città. Il boato è stato enorme...". Sempre il sindaco ha poi dichiarato che è stata sfiorata l'Apocalisse.

"Stavo lavorando al computer nella mia casa ad Ascoli Piceno, quando ho sentito passare un aereo sopra di me. Mi sono affacciato alla finestra e pochi secondi dopo, all'incirca dalla direzione opposta, ho visto giungere un altro caccia" lo ha riferito un testimone all'ANSA. Secondo gli stessi testimoni, i due velivoli provenivano da due direzioni. L'impatto ha provocato la caduta di frammenti di aereo e di detriti incendiari "come coriandoli", raccontano alcuni residenti della frazione di casa Murana, che si sono sparsi su un fronte boschivo di vari chilometri. La zona e' sorvolata da vari mezzi aerei: elicotteri militari, Canadair dei vigili del fuoco, velivoli della protezione civile.

"Ho visto tutta la scena - ha affermato un altro testimone oculare a skytg24 - uno dei due velivoli arrivava dal mare, l'altro da sud. Si stavano allontanando quando si sono scontrati in pieno, c'è stata una grande palla di fuoco, un boato enorme e poi i detriti che cadevano a terra. Non ho visto alcun paracadute"

I due Tornado che si sono scontrati in volo nei cieli sopra Ascoli Piceno provenivano dalla base di Ghedi (Brescia) e dopo il volo d'addestramento sarebbero dovuti rientrare alla base. Lo si apprende dalle forze di polizia presenti sul posto. Secondo diverse testimonianze, i due caccia volavano molto bassi.

© Riproduzione Riservata

Commenti