Cronaca

Don Mazzi: "Ospiterò Martina Lovato, la 'ragazza dell'acido'"

Su Panorama in edicola il 27 agosto, un'intervista con il prete di Exodus: "Non mi interessa piacere a tutti i costi"

dom-mazzi-exodus

Don Antonio Mazzi nella sede Exodus al parco Lambro di Milano durante la presentazione del progetto giovani della Fondazione Exodus: "Tremenda voglia di vivere il basket", 15 gennaio 2015. – Credits: ANSA / MATTEO BAZZI

Si è occupato di Erika De Nardo, Lele Mora, Fabrizio Corona. Adesso vuole ospitare nella sua struttura anche "la ragazza dell’acido": Martina Levato, condannata in primo grado a 14 anni, con il suo bebè.
Don Antonio Mazzi a 85 anni è sempre pieno di energia e di nuove idee, ma non sarà un po’ troppo piacione, presenzialista?

A Panorama, che pubblica l’intervista nel numero in edicola da domani, giovedì 27 agosto, il prete più famoso del piccolo schermo parla dei suoi rapporti con la Chiesa, la fede, i suoi disperati, la politica.

Dice: "Io non obbedisco agli uomini".
E ammette: "Forse ho banalizzato troppo, ma io non voglio piacere a tutti costi, se ho sbagliato l’ho fatto in buona fede, non lo farò più".

Della sua creatura, la Fondazione Exodus, dice: "L’ha fatta il Padreterno, quando non ci sarò più o trova un altro pirla o sarà stato solo un episodio della storia".

© Riproduzione Riservata

Commenti