coniugi uccisi palagonia
Cronaca

Coniugi uccisi a Palagonia: si sospetta anche la violenza sessuale

L'ipotesi suggerita dai primi test sul corpo di Mercedes Ibanez, assassinata con il marito Vincenzo Solano. Si pensa anche a più di un responsabile

Un efferato duplice omicidio, forse preceduto da una violenza sessuale su Mercedes Ibanez, trovata morta insieme con il marito Vincenzo Solano nella loro villa di Palagonia, in provincia di Catania. Sul corpo della donna, secondo quanto riferito da una fonte giudiziaria, sono state "trovate ecchimosi e segni di un colluttazione" in una zona del corpo che fanno "ipotizzare abbia subìto violenza sessuale".

La certezza definitiva ci sarà comunque solo dopo specifici esami istologici sugli organi della vittima, con il deposito della consulenza previsto entro 60 giorni. Qualora i sospetti venissero confermati, prenderebbe anche ancora più corpo la tesi che Mercedes Ibanez non sia caduta dal balcone sotto il quale è stata ritrovata cercando di fuggire, ma vi sia invece stata gettata mentre cercava di reagire all'aggressione.

Quanto alle armi utilizzate per l'omicidio, di cui è fortemente indiziato il diciottenne ivoriano Kamara Mamadou, ospite del vicino Centro di accoglienza di Mineo, l'autopsia sui corpi fa pensare a un cacciavite e una grossa tenaglia oppure una pinza. Sempre secondo fonti giudiziarie, l'esame medico legale porta inoltre a ipotizzare che sulla scena del delitto ci fosse più di una persona.

© Riproduzione Riservata

Commenti