Come vestirsi per la maturità 2018

"Sobrietà" è la parola d'ordine. Colori tenui, capi semplici, capelli in ordine

Maturità

Studenti impegnati nella prova di Italiano per gli esami di maturità presso l'istituto Gioberti di Torino, 21 giugno 2017 – Credits: ANSA /Alessandro Di Marco

Rita Fenini

-

Agognato, odiato, amato, l'esame di maturità è un traguardo importantissimo nella vita di ogni studente, una di quelle date che restano stampate indelebilmente nella memoria e che ti accompagnano per tutta la vita.

Giorni di grandi studiate e di tensioni, di nevrosi e notti insonni, ma anche di gioie (o dolori...) e di vacanze "post esami" che racconterai a figli e nipoti o che, immancabimente, ripercorrerai con i tuoi ex compagni d'avventura quando la maturità sarà (purtroppo) un ricordo ormai lontano.

Su come affrontare questa prova sono stati scritti libri, composte canzoni, girati film diventati dei veri e propri cult (uno su tutti, "Notte prima degli esami") e approntati decaloghi anche sul look da adottare in questi giorni: sì, perchè se è sacrosanta verità che l'"abito non fa il monaco" è altrettanto vero che la parola d'ordine per l'outfit dei maturandi dovrebbe essere "sobrietà".

A tal proposito, la community ScuolaZoo ricorda agli studenti che "non stanno andando ad un concerto, non devono far colpo e che ci sarà tempo di vestirsi come si preferisce quando si festeggerà, alla fine degli esami".

Per qualche giorno, meglio abbandonare infradito, colori sgargianti, canottiere e pantaloncini floreali a tutto vantaggio di colori tenuti e capi semplici, come camicie, polo, gonne non inguinali e pantaloni lunghi.

Via libera a jeans (purchè senza strappi o borchie) e a scarpe chiuse: ottime le ballerine e le sneaker "non troppo vissute"

Per quanto riguarda i capelli, vivamente consigliati per le ragazze chignon e code di cavallo, mentre per i ragazzi sarebbe il caso di evitare rasature troppo originali o creste che trasudano gel.

Banditi anche i trucchi eccessivi e troppo vistosi, da sostituire con un maquillage naturale e leggero, che ben si coordina con i sapori dell'estate.

E per chi è naturalmente fuori dagli schemi, l'importante è non esagerare e non dare troppo nell'occhio, senza per questo annullare il proprio modo di essere.

La cosa fondamentale è ricordarsi che a scuola - e non solo durante la maturità -  si puo' entrare solo con "un abbigliamento consono e rispettoso": sempre più presidi hanno infatti dichiarato guerra agli eccessi, prendendo provvedimenti seri per assicurare il decoro tra le mura scolastiche.

© Riproduzione Riservata

Commenti