Cronaca

Nonnismo al Collegio Borromeo di Pavia: 5 studenti universitari indagati

L'azione della magistratura avviata dalla denuncia di un padre. E non si tratterebbe di un fatto isolato, come denuncia la lettera di un altro ex-allievo

universita_pavia

Redazione

-

Cinque studenti sono stati espulsi dal Collegio universitario Borromeo di Pavia, storica struttura della città, dopo essere finiti sotto inchiesta da parte della Procura della Repubblica con l'accusa di sequestro di persona e violenza privata.

A dare il via alle indagini è stata la denuncia (trasmessa anche al rettore, don Paolo Pelosi) da parte del padre di un giovane collegiale, secondo il quale il figlio è stato costretto a rimanere chiuso in un armadio con le ante rivolte verso il muro, finendo per perdere i sensi e venendo quindi liberato solo grazie al provvidenziale intervento di un vicino di stanza. E questo sarebbe solo uno dei numerosi episodi di nonnismo divenuti di dominio pubblico nell'ultimo periodo, gettando più di un'ombra non solo sul "Borromeo", ma anche sugli altri plurisecolari collegi universitari del capoluogo...

Con una lettera inviata al quotidiano locale La Provincia Pavese, ad esempio, Tommaso Pepe, ex-allievo del Borromeo e oggi dottorando negli Usa alla Brown University di Providence, ha pubblicamente denunciato "il sistema di vessazioni, offese, soprusi e sofferenze che attanaglia i Collegi Storici di Pavia e li trasforma, dietro il velo di apparenza illustre, in luoghi di pratiche abominevoli al limite dell'alienazione e dell'assurdo". Sempre Pepe racconta di "sessioni notturne in cui studenti obbligano altri studenti a denudarsi, cospargendoli di lucido da scarpe, o a infilare la testa nella tazza del water in una pioggia di insulti", e ancora di altri collegiali "obbligati a ingurgitare pietanze aberranti, dal cibo per cani agli scarafaggi cotti".

Insomma, non i "soliti" scherzi goliardici con vittime di solito le matricole, ma veri e propri soprusi da vecchia caserma militare. Che l'Associazione degli ex-alunni del Collegio Borromeo definisce però in un comunicato "episodi isolati, che non offuscano secoli di gloria e di formazione superiore". Nessuna dichiarazione è invece stata fatta dal rettore dell'Istituto, don Paolo Pelosi.

© Riproduzione Riservata

Commenti