Cronaca

Irregolarità al concorso dell'Agenzia delle Entrate: Codacons fa ricorso al Tar

Dopo la denuncia di panorama.it e la successiva smentita, quanto accaduto nella prima prova viene denunciato dal Codacons in un ricorso collettivo

Agenzia delle Entrate

Redazione

-

Ne avevamo parlato qualche giorno fa in un'inchiesta esclusiva:

Il concorso dell'Agenzia delle Entrate tra irregolarità e polemiche


E ricevuto la relativa smentita:

Agenzia delle Entrate: "Il concorso è regolare"


Oggi la vicenda torna alle cronache con il ricorso collettivo al Tar del Lazio promosso dal Codacons, finalizzato a ottenere l'annullamento della prima prova del concorso 2015 indetto dall'Agenzia delle Entrate per 892 funzionari di area amministrativo-tributaria e l'ammissione con riserva dei candidati dalla successiva prova del prossimo 2 luglio.

"Troppe le irregolarità denunciate dai candidati che hanno sostenuto la prima prova nei locali della Fiera di Roma: elaborati non imbustati, uso di smartphone, assenza di vigilanza e, soprattutto, violazione dell'anonimato", specifica l'associazione dei consumatori, segnalando di aver già presentato un esposto all'autorità giudiziaria competente.

Il ricorso dovrà ora essere proposto, a pena di decadenza, entro il termine di 60 giorni dalla data di pubblicazione dell'elenco degli ammessi alla seconda prova sul sito internet dell'Agenzia delle Entrate. Gli iscritti al concorso, in totale, risultano essere 140 mila.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Il concorso dell'Agenzia delle Entrate tra irregolarità e polemiche

Elaborati non imbustati, uso di smartphone, assenza di vigilanza. Il "concorsone" rischia di essere travolto dai ricorsi. Anche se per l'Agenzia è regolare

Agenzia delle Entrate: "Il concorso è regolare"

La risposta dell'Agenzia delle Entrate in merito al concorso per 892 funzionari

Commenti