Caso Yara, minacce al cronista di Panorama. Interviene l'Ordine dei giornalisti

Il giornalista Carmelo Abbate e altri colleghi che seguono il caso, ricevono offese e intimidazioni da sedicenti gruppi di sostegno a Bossetti

Massimo Giuseppe Bossetti

Massimo Giuseppe Bossetti, il presunto assassino di Yara Gambirasio – Credits: ANSA/ UFFICIO STAMPA POLIZIA

"Da alcune settimane sono purtroppo sempre più frequenti le offese, le minacce di morte e di aggressione espresse tramite i social network e via web ad alcuni giornalisti che stanno seguendo il processo a carico di Massimo Bossetti, imputato per l'omicidio di Yara Gambirasio". A sottolinearlo è l'Ordine nazionale dei giornalisti, che esprime in una nota solidarietà ai colleghi e chiede che siano messi in condizione di poter continuare il loro lavoro.

"Episodi di questo tenore - segnala l'Ordine - sono stati segnalati in particolare da Carmelo Abbate, giornalista di Panorama e opinionista della trasmissione televisiva Quarto Grado, e dai giornalisti della redazione del settimanale Giallo, presi di mira soprattutto su Facebook da sedicenti gruppi di sostegno a Massimo Bossetti.

- LEGGI ANCHE: Caso Yara, l'ergastolo per l'assassino è una richiesta coerente - di Carmelo Abbate

Le minacce sono state spesso corredate dalle fotografie del direttore, del caposervizio e dei giornalisti e sono state manifestate anche pubblicamente davanti alla cronista che segue le udienze". L'Ordine nazionale dei giornalisti "esprime piena solidarietà ai colleghi e sollecita l'intervento delle autorità competenti affinché ai giornalisti sia consentito di poter continuare a svolgere il loro lavoro per garantire ai cittadini il diritto ad essere correttamente informati". (Ansa)

© Riproduzione Riservata

Commenti