Camorra, blitz contro il clan dei casalesi - Foto

I carabinieri di Caserta hanno arretato 24 persone legate al boss Michele Zagaria. Sequestrato anche un supermercato

camorra-casalesi-carabinieri

Un'operazione dei Carabinieri e della Guardia di finanza a San Marcellino ( Caserta), il 22 aprile 2011, alla ricerca del boss latitante Michele Zagaria. – Credits: ANSA / CIRO FUSCO

Redazione

-

Una vasta operazione della Polizia e dei Carabinieri di Caserta ha colpito stamattina il clan camorristico dei Casalesi che fa capo a Michele Zagaria. Gli arresti, eseguiti nei confronti di 24 persone, riguardano tra l'altro i reati di associazione a delinquere di stampo camorristico, concorso esterno in associazione mafiosa, riciclaggio ed estorsione. È stato anche sequestrato un imponente centro commerciale nel comune di Trentola Ducenta, il "Jambo", del valore di 60 milioni di euro, direttamente riconducibile allo stesso Zagaria.

 

Sono complessivamente 28 le ordinanze di custodia cautelare emesse dal Gip di Napoli contro il clan, e a carico anche di amministratori pubblici e imprenditori. Tra questi c'è l'attuale sindaco di Trentola Ducenta (Caserta) Michele Griffo, che è tuttora irreperibile così come altri tre indagati.

I reati contestati a vario titolo sono l'associazione a delinquere di stampo camorristico, il concorso esterno in associazione mafiosa, l'intestazione fittizia di beni, il riciclaggio, l'estorsione, la falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici, l'abuso d'ufficio, la truffa e la turbata libertà degli incanti. 

Le indagini, coordinate dalla DDA di Napoli, hanno portato alla luce un complesso sistema criminale finalizzato al riciclaggio dei proventi dei delitti consumati dagli indagati. (ANSA).

© Riproduzione Riservata

Commenti