Cronaca

Bari, la terribile storia delle maestre che picchiavano i bambini

Due insegnanti maltrattavano gli alunni di un asilo: calci, schiaffi, scossoni e violenze psicologiche. Sono agli arresti domiciliari

bambini

– Credits: iStock

L'immagine che più sconvolge nella terribile storia di maltrattamenti scoperti in una scuola pubblica dell'infanzia di Bari è quella della maestra che spinge così forte una bimba di tre anni da farla sbattere contro un banco. Si vede la piccola che rimbalza all'indietro, perde l'equilibrio e cade in avanti, a pancia in giù, finendo con tutto il corpo e la faccia sul pavimento, rimanendo esanime per alcuni minuti, senza emettere gemiti o suoni di alcun tipo. Il tutto senza che la maestra si occupi di lei.

È agghiacciante - secondo chi l'ha visto - il contenuto del filmato che i carabinieri hanno girato in questa prima classe di una scuola dell'infanzia di Bari-Santo Spirito dove due maestre, di 53 e 49 anni, sono state poste agli arresti domiciliari per aver maltrattato gli alunni.

L'episodio risale alle ore 13.03 del 22 aprile scorso. Poco più tardi, alle 13.15 dello stesso giorno, la maestra strattona di nuovo la bambina mettendola in punizione, tenendola bloccata, con forza, su una sedia con una gamba, per circa quindici minuti, mentre la piccola cerca invano di divincolarsi, sempre in presenza di tutti i bambini.

Le vittime delle percosse hanno tra i due anni e mezzo e i tre anni e mezzo. Gli alunni sarebbero stati schiaffeggiati,  strattonati, presi a calci, hanno subito forti scossoni alle braccia. Per farli stare fermi le maestre hanno immobilizzato le loro mani, li hanno trascinati sul pavimento e li hanno colpiti alla nuca. I piccoli hanno ricevuto - secondo l'accusa -  "terribili vessazioni e torture psicologiche".

Le indagini, avviate dopo le denunce presentate da alcuni genitori, hanno trovato - secondo la Procura di Bari - "puntuale  riscontro" dalle intercettazioni ambientali compiute nella classe delle due maestre. Tra il 31 marzo e il 22 aprile 2016 i  carabinieri avrebbero accertato 37 episodi di maltrattamenti compiuti in 15 giorni effettivi di lezione.

Le aggressioni delle due maestre, alla presenza di tutti gli alunni della classe, avevano come vittime designate prevalentemente tre bambini, tutti di 3 anni. I maltrattamenti avrebbero provocato - secondo l'accusa - "gravi danni sull'equilibrio psicofisico di tutti i minori appartenenti alla predetta classe, con gravi ripercussioni sulla loro serena crescita, perchè costretti a subire quotidianamente inaudite violenze ed a vivere nel costante terrore e dolore, in un clima caratterizzato dalla sopraffazione e dalla violenza, con gravi sofferenze fisiche, morali e psicologiche per tutti i piccoli coinvolti". (ANSA)

© Riproduzione Riservata

Commenti